Vaticano: arriva il calcio femminile in casa del Papa!!

Nel suo intento di modernizzare, come tanti si aspettano aprendo alle donne la possibilità del sacerdozio e dire messa invece, il Vaticano ha compiuto un notevole  passo in avanti  sotto il piano sportivo: ha infatti dato vita alla sua prima squadra di calcio femminile.

La notizia, riportata dal quotidiano  inglese”The Guardian”, pare essere già stata accolta in maniera positiva dal  mondo dello sport, non solo italiano. La squadra debutterà contro l’AS Roma, che milita nella serie A italiana, il prossimo 26 maggio, anche se non sarà al momento in grado di disputare le competizioni ufficiali.

La squadra di calcio del Vaticano maschile

La forza lavoro del piccolo Stato Pontificio è composta dal 60% del personale che lavora in Vaticano, il 20% dalle mogli dei dipendenti della Santa Sede e il 20% dalle loro figlie. ” Papa Francesco ha dato un notevole impulso alle donne in Vaticano, quindi questa iniziativa ne è un’estensione”, dice Danilo Zennaro , responsabile di Sport in Vaticano, l’associazione che organizza le attività calcistiche e non solo dello stato.

“Abbiamo avuto un team maschile per 48 anni, quindi abbiamo considerato giusto offrire la possibilità alle donne che lavorano in Vaticano di praticare questo sport”, ha aggiunto nella nota.

La maggior parte delle giocatrici sono dilettanti, anche se tre hanno già giocato a calcio nelle élite, come nel caso del capitano e attaccante Eugene Tcheugoue, originaria del Camerun.

La squadra è guidata da Gianfranco Guadagnolim , mentre Susan Volpini , a capo dell’Associazione delle donne in Vaticano, funge da direttore tecnico.

Dopo la prima contro l’AS Roma, il 22 giugno a Vienna si terrà una partita internazionale contro una squadra locale e poi un torneo organizzato dall’ospedale pediatrico Vaticano Bambino Gesù.

L’apertura contro la Roma sarà difficile, ma secondo l’allenatore non si tratta di vincere: “Anche se perdiamo per 30-0, non importa,” dice. “Ciò che conta è che queste donne abbiano l’opportunità di competere contro giocatori professionisti”.

Ciò che questa squadra non può fare è giocare partite internazionali di carattere ufficiale, dal momento che non è riconosciuto dalla FIFA, ma l’iniziativa sarà mostrare al mondo che il calcio femminile continua a rompere le barriere sempre più in alto.

La rosa della squadra del Vaticano è composta da: Cristina Albini, Chiara Armenti, Claudia Bassetti, Barbara De Filippi, Federica Di Lorenzo, Orietta Ferretti, Francesca Folino, Francesca Martinelli, Desire Pallotta Nardi, Rita Pietringa, Laura Pucciarmati, Eugenie Tcheugoue, Elisa Tomassini, Maura turoli e Ilaria Valentini.

E chissà se il Santo Padre, qualora non dovessero arrivare i primi risultati, diventerà il nuovo Zamparini del calcio femminile.

Chi vivrà, vedrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.