Tomas Rosický: la freccia di Praga

Tomas Rosický, uno dei giocatori di calcio di cui ci si ricorda forse, più per il fisico atletico, che per le performances sul campo, uno di quei calciatori che, a fine gara, il difensore avversario non può che esclamare: “Ma proprio a me toccava curarlo?”

Chi era Tomas Rosický? Un centrocampista della Repubblica Ceca  che ha calcato i campi di gioca dalla fine degli anni ’90 fino all’inizio di questo decennio.

Perché viene ricordato Tomas Rosický? Per essere stato una delle stelle del suo paese e per la sua lunga militanza in top clubs europei in squadre del calibro del Borussia Dortmund e Arsenal.

Che fine ha fatto Tomas Rosický? Si è ritirato nel 2017 in patria con la maglia dello Sparta Praga, la squadra di attualmente è il direttore sportivo.

Lo sapevi che? Suo padre, Jiri, fu un calciatore professionista e giocò negli anni ’60 e ’70 con lo Sparta e poi con il Bohemians, sempre nella capitale dell’allora Cecoslovacchia. Era un difensore.

– Anche suo fratello maggiore, di nome Jiri, è stato un professionista. Ha giocato nelle giovanile dell’Atletico Madrid tra il 1996 e il 2000.

– Proprio la presenza di Jiri Rosicky con i colchoneros parve lo strumento per il passaggio di Tomas in maglia biancorossa. Tutto era praticamente concordato per l’arrivo nella capitale spagnola, tanto che Tomas si apprestava a firmare il contratto, ma….il sistema di pagamento della dirigenza dell’Atletico, detto “flecos”, non fu accettato dal Borussia Dortmund che dunque girò il calciatore agli inglesi dell’Arsenal.

– Tuttavia, la carriera di Rosický all’Arsenal è stata ostacolata da lunghe assenza a causa di infortuni abbastanza seri.

– Per la sua qualità in campo venne battezzato in Germania con il nomignolo “il piccolo Mozart”.

– Molto magro, quando arrivò al Dortmund un giornale tedesco in prima pagina dal titolo “Ragazzo, mangiare subito una bistecca!”.

– A Dortmund e nella squadra nazionale ha stretto una grande amicizia con il gigante Jan Koller .

– Con la sua nazionale, dove vestiva il numero 10, fu presente in quattro edizioni degli Europei (2000, 2004, 2012 e 2016) e in una Coppa del Mondo (2006).

– Proprio in quest’ultimo appuntamento ha segnato due gol nel debutto dei cechi contro gli Stati Uniti.

– E’ alto 1,79 metri.

Biografia, palmares, statistiche: Tomas Rosický è nato il 4 ottobre 1980 a Praga. Ha debuttato come professionista nel 1998 nello Sparta, compagine della sua città natale. Nel 2001 ha firmato per il Borussia Dortmund, e dopo cinque stagioni è passato in Inghilterra, con l’Arsenal, dove ha trascorso ben 10 anni. Nel 2016 è tornato in patria, vestendo nuovamente la casacca dello Sparta, per poi ritirarsi l’anno successivo. Nel suo palmares ha due campionati cechi, una Bundesliga, due FA Cup e un Community Shield. Con la sua nazionale ha giocato 105 partite e segnato 23 gol.

Tomas Rosicky: le sue prodezze con l’Arsenal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.