Posts Tagged “Serie A”

Albo d’oro Serie A Italia

Albo d’oro Serie A Italia

Nell’albo d’oro della Serie A italiana di calcio sono attualmente iscritte 16 clubs che ne lcorso della storia ultracentenaria del torneo si sono aggiudicate lo scudetto. Il primo campionato di calcio in Italia si disputò nel 1898, titolo vinto dal Genoa che è anche la squadra più vecchia d’Italia. Poi, nel corso degli anni, si è passati dalla formula con più giorni, divisi secondo criteri geografici, al torneo con girone unico, la cui prima edizione si tenne nel 1929-30.

A guidare la classifica dei più titolati è la Juventus che si fregia di 35 titoli. I bianconeri precedono Inter e Milan, 18 a testa, poi più indietro il Genoa (9), Torino, Pro Vercelli e Bologna (7), Roma (3), Fiorentina, Napoli e Lazio (2), Casale, Novese, Verona, Sampdoria e Cagliari (1).

Albo d’Oro Serie A

Anno e vincitore
1898 Genoa
1899 Genoa
1900 Genoa
1901 Milan
1902 Genoa
1903 Genoa
1904 Genoa
1905 Juventus
1906 Milan
1907 Milan
1908 Pro Vercelli
1909 Pro Vercelli
1909-10 Ambrosiana Inter
1910-11 Pro Vercelli
1911-12 Pro Vercelli
1912-13 Pro Vercelli
1913-14 Casale
1914-15 Genoa
1919-20 Ambrosiana Inter
1920-21 Pro Vercelli
1921-22 Pro Vercelli-Novese
1922-23 Genoa
1923-24 Genoa
1924-25 Bologna
1925-26 Juventus
1926-27 Torino
1927-28 Torino
1928-29 Bologna
1929-30 Ambrosiana Inter
1930-31 Juventus
1931-32 Juventus
1932-33 Juventus
1933-34 Juventus
1934-35 Juventus
1935-36 Bologna
1936-37 Bologna
1937-38 Ambrosiana Inter
1938-39 Bologna
1939-40 Ambrosiana Inter
1940-41 Bologna
1941-42 Roma
1942-43 Torino
1945-46 Torino
1946-47 Torino
1947-48 Torino
1948-49 Torino
1949-50 Juventus
1950-51 Milan
1951-52 Juventus
1952-53 Inter
1953-54 Inter
1954-55 Milan
1955-56 Fiorentina
1956-57 Milan
1957-58 Juventus
1958-59 Milan
1959-60 Juventus
1960-61 Juventus
1961-62 Milan
1962-63 Inter
1963-64 Bologna
1964-65 Inter
1965-66 Inter
1966-67 Juventus
1967-68 Milan
1968-69 Fiorentina
1969-70 Cagliari
1970-71 Inter
1971-72 Juventus
1972-73 Juventus
1973-74 Lazio
1974-75 Juventus
1975-76 Torino
1976-77 Juventus
1977-78 Juventus
1978-79 Milan
1979-80 Inter
1980-81 Juventus
1981-82 Juventus
1982-83 Roma
1983-84 Juventus
1984-85 Verona
1985-86 Juventus
1986-87 Napoli
1987-88 Milan
1988-89 Inter
1989-90 Napoli
1990-91 Sampdoria
1991-92 Milan
1992-93 Milan
1993-94 Milan
1994-95 Juventus
1995-96 Milan
1996-97 Juventus
1997-98 Juventus
1998-99 Milan
1999-00 Lazio
2000-01 Roma
2001-02 Juventus
2002-03 Juventus
2003-04 Milan
2004-05 non assegnato
2005-06 Inter
2006-07 Inter
2007-08 Inter
2008-09 Inter
2009-10 Inter
2010-11 Milan
2011-12 Juventus
2012-13 Juventus
2013-14 Juventus
2014-15 Juventus
2015-16 Juventus
2016-17 Juventus
2017-18
Juventus-Milan precedenti, statistiche, curiosità del confronto

Juventus-Milan precedenti, statistiche, curiosità del confronto

Juventus-Milan precedenti. Statistiche del confronto. Curiosità della sfida. Il confronto tra i tecnici Allegri e Gattuso. Video dell’ultima vittoria rossonera a Torino.

Juventus-Milan precedenti: dopo 165 partite finora disputate nella Serie A girone unico, si registrano 63 vittorie Juventus, 35 pareggi, 45 vittorie Milan. Il bilancio delle reti segnala i bianconeri con un leggero vantaggio, 229-213. Top Scorer del confronto è l’italo-brasiliano Josè Altafini, che svetta sulla folta concorrenza con 14 reti fatte, di cui una soltanto in maglia bianconera. Passando ai soli confronti disputati in casa della formazione juventina, al momento 82, il bilancio dice: 40 vittorie Juventus, 21 pareggi, 21 vittorie Milan con lo score delle reti in favore dei padroni di casa che doppiano i rivali, 130-99. L‘ultima vittoria della Juventus nel confronto diretto risale allo scorso torneo 2016/17, il 10 marzo 2017, quando i padroni di casa si imposero per 2-1, Benatia (J), Bacca (M) ed un discuto rigore di Dybala in pieno recupero a risolvere il match. L’ultimo pareggio risale alla stagione 2005/06, quando il 12 marzo 2006, le due formazioni chiusero sul punteggio di 0-0. L’ultima vittoria del Milan risale al campionato 2010/11, 5 marzo 2011, per 1-0, goal decisivo dell’attuale tecnico dei rossoneri Gattuso.  Nelle ultime 10 sfide giocate in casa dei piemontesi, si registrano 8 vittorie del Juventus, due pareggi e nessuna vittoria degli ospiti, con i bianconeri che hanno infilato le ultime 6 vittorie consecutive.

Juventus-Milan precedenti: le curiosità del confronto

E’ la terza volta che il confronto si disputa in occasione del 30° turno di Serie A, tutti conclusi con un successo bianconero, per 4-0 (1934), 1-0 (1954) e 3-0 (1966). Non ci sono precedenti datati 31 marzo. La statistica degli Juventus-Milan precedenti disputati nel mese di marzo registra 13 partite: 7 vittorie casalinghe, 2 pareggi, 4 successi esterni. Passando al confronto tutto toscano fra gli allenatori Massimiliano Allegri e Gennaro Gattuso, sarà una prima assoluta, essendo Ringhio alla sua prima stagione in Serie A. Allegri ha affrontato il Milan 14 volte, 8 successi, 1 pari e 5 sconfitte. Il tecnico livornese vanta una striscia aperta di tre successi mentre l’unico segno X si è verificato nel primo scontro in assoluto, quando era alla guida del Cagliari, con il match concluso sullo 0-0 di partenza. Gattuso vanta una lunga lista di precedenti contro la Juventus da calciatore, ben 26: 9 vittorie, 7 pareggi, 10 sconfitte, con una rete realizzata, 5 gialli ed un’espulsione.

Juventus-Milan precedenti: il goal dell’ultimo successo rossonero

Serie A 2018/19: calendario

Serie A 2018/19: calendario

La Serie A 2018/19 avrà inizio il prossimo 19 agosto 2018, nel mese dunque  che vede la stragrande maggioranza degli italiani alle prese con l’amato periodo delle ferie estive.  Come accade nelle ultime stagioni, il massimo torneo calcistico dovrebbe iniziare con due anticipi nella giornata del sabato, uno alle ore 18.00 ed uno alle ore 20.45.

Verrà introdotto il Boxing Day, con gare che si disputeranno, come accade in Premier League, nel giorno di Santo Stefano, ovvero il 26 dicembre 2018. Saranno ben tre i turni di campionato che si svolgeranno in occasione delle feste natalizie: oltre al 26 dicembre, le squadre scenderanno in campo anche il 22 ed 29 dicembre.

La Serie A 2018/19 avrà conclusione in data 26 maggio 2019 mentre saranno due i turni infrasettimanali: 26 settembre e 3 aprile.

La serie A 2018/19 si comporrà di 20 squadre: la prima classificata si aggiudicherà lo scudetto e sarà ammessa alla Champions League 2019/20 assieme alle squadre classificate al secondo, terzo e quarto posto. Saranno dunque 38 le giornate complessive del massimo torneo calcistico italiano

Le ultime 3 squadre della Serie A 2018/19, ovvero piazzatesi al 20-esimo, 19-esimo e 18-esimo, retrocederanno nella Serie B 2019/20.

Le regole del sorteggio del calendario 2018/2019 di Serie A

Al momento non essendo ancora certe quali saranno le 20 compagini che lotteranno per lo scudetto 2018/19, le regole fisse al momento della formazione del calendario è che ci sarà sicuramente alternanza fra le squadre della stessa città. Quindi, nel caso non retrocedano nell’attuale torneo, Juventus e Torino, Milan ed Inter, Lazio e Roma, Genoa e Sampdoria, Chievo e Verona, giocheranno in casa in maniera opposta.

  • Inoltre, i derby cittadini  di Genova, Milano, Roma, Torino e Verona devono essere in giorni diversi e non possono essere in un turno infrasettimanale, alla prima o all’ultima giornata.
  • non si possono ripetere incontri uguali rispetto alla Serie A del 2017/2018 (stessa coppia di squadre nella stessa giornata).
  • nelle giornate tra un turno di Europa League e uno di Champions League, le squadre che partecipano a un trofeo europeo non possono incontrare quelle che partecipano all’altro.
  • le squadre che giocano i preliminari di Champions League e di Europa League non possono incontrarsi alla prima giornata di Serie A.
  • nelle ultime quattro giornate le gare in casa devono alternarsi perfettamente con quelle in trasferta.
  • non vi possono essere più di due coppie di incontri consecutivi in casa e/o in trasferta per girone (e qualora ve ne siano due, devono essere una in casa e una in trasferta).
    le squadre che l’anno scorso hanno giocato l’ultima partita in casa quest’anno la giocheranno in trasferta (e viceversa).
  • nelle città in cui due società condividono lo stesso stadio (a Milano, Roma, Verona e Genova), giocherà la prima giornata in casa chi l’anno scorso l’ha giocata in trasferta (e viceversa).

Calendario Serie A 2018/19: gli orari delle partite

Per il triennio 2018/2021 la Lega calcio di Serie A ha introdotto delle modifiche importanti in tema di orari delle partite. Ritorna il canonico orario delle 20.30 del posticipo, come nelle prime stagioni dell’introduzione della Tv nel calcio italiano. Inoltre la spalmatura dei matches subirà un drastico rinnovamento, come da elenco.

– Una partita il sabato alle ore 15;
– una partita il sabato alle ore 18;
– una partita il sabato alle ore 20.30;
– una partita la domenica alle ore 12.30;
– tre partite la domenica alle ore 15;
– una partita la domenica alle ore 18;
– una partita la domenica alle ore 20.30;
– una partita il lunedì alle ore 20.30.

Nel caso invece di turni infrasettimanali, verrà applicato il seguente calendario:

– Una partita il martedì alle ore 21;
– una partita il mercoledì alle ore 19;
– sei partite il mercoledì alle ore 21;
– una partita il giovedì alle ore 19;
– una partita il giovedì alle ore 21.

 

Formazione Roma scudetto 2001

Formazione Roma scudetto 2001

Formazione Roma scudetto 2001: il primo ed unico tricolore vinto da Francesco Totti in carriera. La rosa completa. Tutti i marcatori. La formazione tipo.

Formazione Roma scudetto 2001: La rosa

Portieri: Francesco Antonioli, Marco Amelia, Cristiano Lupatelli
Difensori: Cafu, Antônio Carlos Zago, Aldair, Jonathan Zebina, Walter Adrián Samuel, Alessandro Rinaldi, Amedeo Mangone, Vincent Candela
Centrocampisti: Cristiano Zanetti, Marcos Assunção, Eusebio Di Francesco, Hidetoshi Nakata, Emerson, Gaetano D’Agostino, Damiano Tommasi, Gianni Guigou
Attaccanti: Vincenzo Montella, Francesco Totti, Gabriel Omar Batistuta, Abel Eduardo Balbo, Marco Delvecchio
Allenatore: Fabio Capello

Formazione Roma scudetto 2001: I goleador giallorossi

20 – Batistuta
13 – Montella, Totti
3 – Candela, Delvecchio, Emerson, Tommasi
2 – Assunção, Nakata
1 – Cafu, Samuel

Formazione Roma scudetto 2001: l’undici base

Antonioli, Cafu, Zago, Samuel, Zebina, Candela, Tommasi, Emerson, Batistuta, Totti, Delvecchio

Le statistiche della stagione 2001-02

giocatoripresenzeretiammonizioniespulsioni
Aldair151
F. Antonioli261
M. Assunção12221
A. Balbo2
G. Batistuta28203
Cafu3117
V. Candela33321
G. D’Agostino1
D. De Rossi
M. Delvecchio3133
E. Di Francesco5
Emerson1332
G. Guigou15
C. Lupatelli8
A. Mangone113
V. Montella28133
H. Nakata152
A. Rinaldi9
W. Samuel31110
D. Tommasi3432
F. Totti30135
A.C. Zago285
C. Zanetti2781
J. Zebina227

Formazione Napoli Scudetto 1987: il primo della storia

Formazione Napoli Scudetto 1987: il primo della storia

Il primo non si dimentica mai: la formazione Napoli Scudetto 1987 è per milioni di tifosi Azzurri una filastrocca imparata a memoria e da diffondere a nipoti e pro nipoti affinché la recitino nei secoli dei secoli, si direbbe se fosse una preghiera . E dato che trionfare nel campionato di calcio per una formazione del sud che ha sempre dovuto subire lo strapotere del Nord, vedi Juventus, Milan ed inter, arrivare a cucirci lo scudetto sul petto è motivo di estremo orgoglio.

La vittoria del tricolore arrivò in un pomeriggio di festa per Napoli e tutta la Campania. Il 10 maggio 1987 potrebbe venire istituito come giorno di festa nazionale per i tifosi partenopei, un’attesa durata 60 anni dalla fondazione della società calcistica azzurra. Ecco gli eroi che in quel giorno assolato di primavera portarono in dote lo scudetto, un pareggio per 1-1 contro la Fiorentina, il cui risultato parve subito la cosa secondaria.

Formazione Napoli Scudetto 1987: il tabellino del 10 maggio 1987

Garella, Bruscolotti, Volpecina (87′ Ferrara), Bagni, Ferrario, Renica, Carnevale (89′ Caffarelli), De Napoli, Giordano, Maradona, Romano.

primo-scudetto-napoli-1987

Formazione Napoli Scudetto 1987: l’undici base

Garella, Bruscolotti, Ferrara, Bagni, Ferrario, Renica, Carnevale, De Napoli, Giordano, Maradona, Romano.

Formazione Napoli Scudetto 1987: la rosa completa degli Azzurri

COGNOMENOMERUOLOPR.RETINATO ANATO IL
BagniSalvatorecentrocampista284Correggio (RE)25/09/1956
BigliardiTebaldostopper30Catanzaro05/02/1963
BruscolottiGiuseppeterzino250Sassano (Salerno)01/06/1951
CaffarelliLuigiala213Napoli07/07/1962
CarnevaleAndreacentravanti278Monte San Biagio (Latina)21/01/1961
De NapoliFernandocentrocampista282Chiusano di San Domenico (Avellino)15/03/1964
Di FuscoRaffaelePortiere1-1Riardo (Caserta)06/10/1961
FerraraCiroterzino282Napoli11/02/1967
FerrarioMorenostopper291Lainate (MI)20/03/1959
GarellaClaudioportiere29-20Torino16/05/1955
GiordanoBrunocentravanti265Roma13/08/1956
MaradonaDiego Armandointerno sinistro2910Lanus (Argentina)30/10/1960
MarinoRaimondolibero40Messina11/02/1961
MuroCiroInterno111Napoli25/08/1964
RenicaAlessandrolibero291Anneville (Francia)15/09/1962
RomanoFrancescoCentrocampista242Saviano (Napoli)25/04/1960
SolaLucianocentrocampista160Seregno (MI)05/03/1959
VolpecinaGiuseppeterzino252San Clemente (Caserta)01/05/1961
Maggior numero di sconfitte consecutive in serie A

Maggior numero di sconfitte consecutive in serie A

Il record di sconfitte consecutive in Serie A è pari a 15 ed è stato realizzato dal Brescia nella stagione 1994-95, la prima edizione del massimo campionato di calcio che metteva in palio i tre punti per la vittoria al posto canonici due.

La squadra lombarda iniziò la serie negativa in occasione del terzo turno di ritorno e portò a termine il campionato collezionando soltanto sconfitte. Il torneo era infatti a 18 squadre. Il Brescia realizzò anche il record negativo di punti per un campionato con tale format, appena 12, di cui 9 nel girone d’andata e soli 3 in quello di ritorno. Il record negativo di punti nella Serie A a 20 squadre appartiene invece al Pescara che nella stagione 2016-17 totalizzò 18 punti.

Ad aggiungere elemento statistico al triste primato, il Brescia perse anche la prima partita del torneo 1997/98, quando i lombardi tornarono a calcare i campi del massimo torneo. Pertanto il record di sconfitte consecutive siglato dai bresciani è di 16 matches.

formazione-Brescia-1994-1995

Il record della Serie A a 20 squadre per il maggior numero di sconfitte complessive appartiene al Pescara, che nella stagione 2012-13 perse 28 partite in tutto il campionato. Peraltro il record venne stabilito a causa del pessimo girone di ritorno, in cui la squadra adriatica perse addirittura 17 delle 19 partite del girone di ritorno, uscendo imbattuta, soltanto con i due pareggi contro Palermo e Roma.

Top Ten record sconfitte consecutive

squadranumerotorneofine serie
Brescia161997/9831/08/1997
Benevento142017/1803/12/2017
Venezia131949/5023/10/1949
Lecce121997/9805/10/1997
Udinese112017/18
Padova111995/9628/04/1996
Triestina111946/4729/06/1947
Alessandria91946/4713/10/1946
Pro Patria91954/5526/09/1954
Pistoiese91980/8124/05/1981
Palermo92016/1711/12/2016
Serie A: i numeri di maglia del Benevento

Serie A: i numeri di maglia del Benevento

Debutto nella massima serie per il Benevento che, fondato nel 1929, affronterà nella stagione 2017-18 il primo campionato di Serie A dopo essersi esibito, nella stagione precedente, nel primo torneo cadetto superato brillantemente a pieni voti con la promozione dopo un estenuante turno di play-off. E le Streghette di Patron Vigorito e guidate in panchina dall’esordiente tecnico Baroni, sono pronti a rompere le uova nel paniere e a creare, chissà, una rivalità accesa con i cugini campani del Napoli.

Di seguito i numeri di maglia del Benevento hanno scelto per il debutto in Serie A, sebbene il calciomercato possa portare ancora qualche novità in rosa.

1 Belec, 3 Letizia, 4 Del Pinto, 5 Lucioni, 6 Djimsiti, 7 D’Alessandro, 8 Cataldi, 9 Ceravolo, 10 Ciciretti, 11 Coda, 12 Piscitelli, 13 Chibsah, 14 Viola, 15 Camporese, 17 Di Chiara, 18 Gyamfi, 21 Costa, 22 Brignoli, 23 Venuti, 27 Eramo, 32 Puscas, 95 Gravillon.

Go Top