Quando Socrates indossò una maglia rosa cioccolato

Socrates, purtroppo scomparso il 4 dicembre 2011 in seguito ad un’infezione intestinale, è rimasto impresso nelle menti soprattutto per lo storico Italia – Brasile del Sarrià, quando in quel luglio del 1982 che fece impazzire tutti gli italiani, Paolo Rossi e gli azzurri furono capaci di sconfiggere la nazionale verdeoro.

Il passaggio in Italia alla Fiorentina invece  non fu degno di nota e Socrates fece ritorno subito in patria. Ma la storia che vogliamo raccontare parte da migliaia di chilometri di distanza dal Brasile.

Nel 1939 nella cittadine inglese di Tolwort, distante circa 15 chilometri da Londra, nacque una squadra di calcio il Corinthian-Casuals FC, in realtà la fusione di due società: il Corinthian FC, società risalente all’Inghilterra vittoriana e che fu tra i capostipiti del calcio anglosassone ed il Casuals FC, fondato nel 1883. Il nome di quest’ultimo si doveva alla provenienza dei giocatori da diverse scuole ed università, da qui appunto la casualità della formazione.

Le due società si fusero appunto nel 1939 ed adottarono i colori del Casuals per le partite casalinghe, ovvero un’incredibile associazione del marrone cioccolato e del rosa mentre per le partite esterne fu adottato il bianco ed azzurro del Corinthian.

Il club, nato poco prima dell’inizio della Seconda Guerra Mondiale, non ebbe certamente un avvio fortunato perché il conflitto lo costrinse ad avviare l’attività sportiva solo al termine nel 1945. Rimasto sempre a livello amatoriale, occupa attualmente il settimo gradino della scala del calcio inglese, disputando la Isthmian League.

Socrates-maglia-rosa-cioccolato-corinthiansNel 1988, “padre e figlio” sportivo si incontrarono: la compagine inglese effettuò una tourneè in Brasile dove affrontò fra le altre una selezione del Corinthians composta da vecchie glorie fra le quali Rivelino e Socrates. E fu proprio quest’ultimo a siglare l’unica rete dell’incontro ma, in particolare, quando l’orologio scorreva verso il 90°, cambiò formazione ed indossò la camiseta rosa e cioccolato in segno di rispetto e cordialità.

Nel gennaio 2015 il Corinthian-Casuals ha ripetuto il viaggio transoceanico: stavolta nel secondo incontro amichevole i brasiliani hanno visto la meglio con un punteggio netto di 3-0, mentre l’attaccante Danilo ha ripetuto il gesto di Socrates, “lasciando” momentaneamente il Timao per indossare la maglia dei rivali.

Il rispetto vicendevole continua tuttora: non è raro notare sugli spalti del Arena Corinthians tifosi brasiliani che indossano la curiosa maglietta degli “amici” mentre sul sito ufficiale del club inglese il negozio on-line presenta la versione anche in lingua portoghese.

One thought on “Quando Socrates indossò una maglia rosa cioccolato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.