La partita più lunga della storia del calcio: 108 giorni !

Di record curiosi il mondo del calcio è pieno, ma relativi alla durata di una partita, occorre andare indietro nel tempo.

Nel 1898-99, per terminare un incontro di campionato fra Sheffield Wednesday e Aston Villa ci vollero più di 15 settimane?

L’assurdo primato fu determinato da una serie concatenata di eventi. I primi 79 minuti e 30 secondi furono giocati il 26 novembre 1898. I giornali dell’epoca riportano che l’evento fece accorrere sugli spalti più di 20.000 spettatori, un numero impressionante per l’epoca.

L’avvio dell’incontro venne però dato con ben 45 minuti di ritardo: il direttore di gara Aaron Scragg, causa l’aver perso la coincidenza con i treni, giunse in netto ritardo sull’orario di inizio previsto.

Così, sul punteggio di 3-1 per lo Sheffield, Scragg optò per la sospensione dell’incontro in conseguenza della mancanza di luce a soli 10 minuti e mezzo dal termine.

Ovviamente gli avversari si rifiutarono di accettare il risultato dell’incontro e la Lega decise di mettere in calendario il recupero dei minuti mancanti. Non mancò un richiamo ufficiale per il fischietto ritardatario, a cui venne ricordato di prestare maggiore attenzione ai possibili problemi di traffico ferroviario.

Il resto dell’incontro fu giocato presso lo stadio di Olive Grove il 13 marzo 1899. Le due compagini si erano accordate per continuare comunque a giocare anche dopo la conclusione del periodo mancante. Solo 3.000 persone accorsero sugli spalti per assistere agli ultimi dieci minuti che videro un’ulteriore rete del Wednesday per il 4-1 finale.

Nel secondo match, amichevole, i padroni di casa si imposero nuovamente, stavolta per 2-0, senza però che la doppia vittoria potesse alleviare il dispiacere per la retrocessione mentre l’Aston Villa si aggiudicò il quarto titolo della sua storia.

Da allora, mai più un evento del genere si è ripetuto nella storia lunghissima del calcio: i calendari oversize, con coppe e coppette dalla più assurde denominazione rendono ormai impossibile il ripetersi di alcuni momenti di romanticismo che forse, a tanti mancano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.