Clapham Rovers: la squadra di rugby che vinse la FA Cup

Quasi tutto conoscono il legame esistente fra calcio e rugby, che ha poi portato alla netta separazione  fra uno sport giocato con i piedi ed uno più ibrido, dove piedi e mani permettono di arrivare al medesimo scopo, ovvero la segnatura per conquistare la vittoria. Tuttora poi, non sono rari i club di rugby che portano in dote la sigla FC che sta a significare FC. Alcune società hanno addirittura scelto la strada della polisportiva, unendo entrambe le discipline. Il Clapham Rovers FC è uno di questi.

Il club nacque il 10 agosto 1869 a Clapham, un sobborgo a sud di Londra. Al momento della nascita venne approvato il fatto che il club avrebbe giocato secondo entrambe le regole: quelle dell’associazione calcistica e quelle del rugby. E lo avrebbe fatto in un modo curioso: un fine settimana i Clapham Rovers avrebbero giocato a calcio ed il seguente si sarebbero cimentati con la pratica del rugby.

Il fatto è che molto presto Clapham Rovers, con i suoi colori particolari (ciliegia e grigio francese) divenne uno dei club di maggior successo del l’epoca. E questo gli permise di essere in grado di cavarsela in maniera tale da avere abbastanza giocatori reclutati per giocare a calcio e rugby ogni fine settimana.

Nella stagione 1871/1872, Clapham Rovers prese parte alla prima edizione della storia della FA Cup e a addirittura, a mettere a segno il primo goal nella storia della competizione, segnato da Jarvis Kenrick .

Poco prima, nel gennaio del 1871, i Clapham Rovers furono uno dei club fondatori della Rugby Football Union (l’attuale federazione inglese del rugby). Quell’anno, inoltre, un giocatore dei Clapham Rovers, Reginald Birkett , fece il suo debutto nel primo match internazionale della storia del rugby, Scozia-Inghilterra disputata a Edimburgo il 27 marzo 1871 e che i locali si aggiudicarono per 2 mete a 1 davanti a 4000 spettatori. Birkett fu l’autore dell’unica meta inglese del gioco (e quindi, la prima in assoluto nella storia della squadra inglese).

Ma torniamo al calcio. Nel 1880, Clapham Rovers raggiunse la finale della FA Cup contro la squadra dell’Università di Oxford: l’1-0 finale diede al club uno storico successo. Sapete chi fu il portiere della squadra campione? Esattamente, Reginald Birkett, che ebbe dunque modo di dimostrarsi ambivalente, giocando  entrambe le discipline. Inoltre, era stato anche internazionale con l’Inghilterra nel calcio.

Il fatto è che il Clapham Rovers FC finì per dissolversi poco dopo la fine del secolo. Partecipò per l’ultima volta alla FA Cup nel 1885. Ha giocato partite, come è noto, fino al 1898, e almeno fino al 1911 ha continuato a esistere come club, anche se non più altamente competitivo. Successivamente, venne sciolto.

Nel 1996 è nato un club amatoriale, che sfoggia il nome e i colori del vittoriano, ed è considerato l’ erede del vecchio Clapham Rovers.

PS: il figlio di Reginald Birkett, John, era un giocatore di rugby e, come suo padre, ha giocato per l’Inghilterra. Potresti essere sorpreso di apprendere che nello stesso modo in cui Reginald fu autore della prima meta nella storia di XV della Rosa, suo figlio sarà l’autore della prima meta nella storia dello stadio di Twickenham, nel 1909 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.