Archive For The “Tabellini” Category

Italia Australia 2006 tabellino video del match

Italia Australia 2006 tabellino video del match

Italia Australia 2000: cronaca, tabellino e video del match che vide gli Azzurri vincere con un rigore di Totti a tempo scaduto. Formazioni in campo.

Il cielo era già azzurro prima di arrivare a Berlino per quel successo che ebbe del clamoroso nella Coppa del Mondo 2006 in Germania sul quale ben pochi tifosi sfegatati avrebbero scommesso, non tanto per la qualità della rosa che sarà probabilmente la migliore degli ultimi 30 anni del calcio italiano ma per lo scandalo di Calciopoli che aveva sconquassato il sistema del pallone quando ancora gli uomini guidati da Lippi si allenavano al Centro Federale di Coverciano.

Ed il pomeriggio afoso di Kaiserlautern sarà un primo passo fondamentale che indicherà quella fortuna che aiuterà gli azzurri ad alzare poi la loro quarta coppa del mondo. In 10 per un’espulsione ai danni di Materazzi appena iniziata la seconda frazione di gioco, sarà il cuore italiano a saper resistere agli assalti degli Aussie che, sebbene non fossero tecnicamente così elevati, dimostreranno ardore e coraggio nel cercare di superare Gigi Buffon con tutti i mezzi.

E quando lo spettro dei supplementari si paventava all’orizzonte, ecco che la discesa del figliol prodigo Fabio Grosso ci farà guadagnare quel calcio di rigore che sembrava calato dal cielo. E poi Totti Francesco da Roma….

Italia Australia 2006 tabellino

Lunedì 26 giugno 2006, stadio Fritz-Walter-Stadion di Kaiserslautern

ITALIA-AUSTRALIA 1-0

ITALIA (4-3-1-2): Buffon; Zambrotta, Cannavaro, Materazzi, Grosso; Gattuso, Pirlo, Perrotta; Del Piero (30’st Totti); Toni (11’st Barzagli), Gilardino (1’st Iaquinta). In panchina: Peruzzi, Amelia, Oddo, Zaccardo, Barone, Camoranesi, Inzaghi. Allenatore: Lippi

AUSTRALIA (3-5-1-1): Schwarzer; Moore, Neill, Chipperfield; Sterjowski (37’st Aloisi), Culina, Grella, Wilkshire, Bresciano; Cahill; Viduka. In panchina: Kalac, Covic, Popovic, Skoko, Kewell, Lazaridis, Beauchamp, Thompson, Kennedy, Milligan. Allenatore: Hiddink

ARBITRO: Luis Medina Cantalejo (Spagna)

RETE: 50’st Totti (rig)

NOTE: pomeriggio tiepido, terreno in buone condizioni, spettatori 46.000 circa. Angoli 2-2. Espulso al 6’st Materazzi per gioco falloso. Ammoniti Grella, Grosso, Cahill, Wilkshire, Gattuso, Zambrotta. Recupero: 1′; 3′

Italia Australia 2006: video del match

Formazione Milan seconda Coppa Campioni

Formazione Milan seconda Coppa Campioni

Erano ancora gli Anni 60 dei Beatles e dei Rolling Stones quando il Milan e (Milano) dominava lo scenario calcistico europeo in lungo largo, strappando ben 4 Coppe dei Campioni in 10 anni e chiudendo momentaneamente l’era del Real Madrid, dominatore incontrastato della prima decade della più importante competizione in Europa per clubs.

E dopo aver inaugurato la bacheca dei successi oltreconfine con la vittoria a Wembley contro il Benfica di Eusebio, aver lasciato soddisfare il palato dei cugini nerazzurri con il biennio 1963-1965, ecco ritornare il Diavolo in vetta. La notte di Madrid di fine maggio, nel 1969, quando il talento di Gianni Rivera era già sbocciato da tempo ed aveva bisogno di un grande successo per essere notato dal mondo del calcio.

Formazione Milan seconda Coppa Campioni: risultati

16-esimi Malmö (Svezia) – Milan 2 – 1 // 1 – 4

Ottavi Benfica (Portogallo)  Milan qualificate per sorteggio al turno successivo

Quarti Milan – Celtic (Scozia) 0 – 0 // 1 – 0

Semifinale Milan – Manchester United (Inghilterra)  2 – 0 // 0 – 1

Formazione Milan seconda Coppa Campioni

AC Milan (trainer Rocco)
Cudicini; Malatrasi, Anquilletti, Schnellinger, Rosato, Trapattoni; Lodetti, Rivera; Hamrin, Sormani, Prati

Il tabellino del match

26 maggio 1969 – Stadio Bernabéu, Madrid, Spagna
MILAN – AJAX 4-1
Reti: 7′ Prati 1-0, 40′ Prati 2-0, 60′ Vasovic 2-1 (rigore), 67′ Sormani 3-1, 75′ Prati 4-1
MILAN: Cudicini; Malatrasi, Anquilletti, Schnellinger, Rosato, Trapattoni; Lodetti, Rivera; Hamrin, Sormani, Prati CT: Rocco
AJAX: Bals; Suurbier (Muller 46), Hulshoff, Vasovic, Van Duivenbode; Pronk, Groot (Nuninga 46); Swart, Cruijff, Danielsson, Keizer CT: Michels
Arbitro: José Ortiz de Mendibil (Spagna)

Il video del match

Mondiali 90: Italia USA 1-0 racconto formazioni video

Mondiali 90: Italia USA 1-0 racconto formazioni video

Italia USA 1-0: il match dei Mondiali di calcio di Italia 90. Riassunto. Tabellino e formazioni del match. Video.

L’avventura ad Italia 90 per gli Azzurri did Azeglio Vicini era alla pagina numero 2: dopo il successo sul filo di lana contro l’Austria grazie alla prodezza dell’uomo del Sud Totò Schillaci, la nazionale affrontava gli USA che tornavano alla rassegna mondiale addirittura dopo 40 anni, quando in quel pomeriggio di Brasile 1950 avevano superato i Maestri Inglesi per 1-0. E di scherzetti gli uomini a stelle e strisce ne volevano sicuramente combinare, dato che praticamente si preparavano ad organizzare quattro anni più tardi, per la prima volta, la rassegna iridata a casa loro.

Giocarsi in casa il Mondiale sarà pure un vantaggio, ma quando sai che devi vincere per forza perchè altrimenti sarebbe una sconfitta nonostante tutto, pesa nelle gambe e nella testa degli Azzurri. Il Principe di Roma, alias Giuseppe Giannini la sblocca subito ma poi, gli americani paiono pronti a difendersi come nell’assalto a Fort Apache e non arretrano di un centimetro. In più ci si mette il rigore fallito da Gianluca Vialli che non può non vincere la classifica cannonieri, visto che è di gran lunga l’attaccante più forte della nazionale, ed ecco che tutto diventa tremendamente complicato.

Poi, come tutto e tanto pare già scritto, la vittoria con il minimo scarto basta ed avanza per questa sera, in un Olimpico che vede sventolare solo bianco-rosso-verde.

Italia USA 1-0: tabellino

Roma, sabato 14 giugno 1990 ore 21.00
ITALIA-STATI UNITI 1-0
Reti: 1:0 Giannini (11)
Italia: Zenga, Bergomi, Maldini, Baresi, Ferri, Berti, Donadoni, De Napoli, Vialli, Giannini, Carnevale (al 51′ Schillaci). Allenatore: Azeglio Vicini
Stati Uniti: Meola, Doyle, Banks (81′ Stollmeyer), Windischmann, Armstrong, Balboa, Harkes, Ramos, Caligiuri, Vermes, Murray (82′ Sullivan). Allenatore: Bob Gansler
Arbitro: Codesal Mendez (Messico)

Italia USA 1-0: video del match

Italia Austria 1990: formazioni, tabellino, video

Italia Austria 1990: formazioni, tabellino, video

Italia Austria 1990: resoconto della partita inaugurale. Formazioni iniziali, tabellino della partita. Video.

I Mondiali di Italia 90 sono iniziati il giorno prima, venerdì 8 giugno con la maestosa cerimonia di inaugurazione a Milano allo Stadio San Siro, dove la sorpresa Camerun batterà per 1-0 l’Argentina campione del mondo e preannunciando che sarà una rassegna complicata sotto l’aspetto tecnico, che non risparmierà nessuno da risultati poco attesi. Ma sono gli Azzurri ad avere il palcoscenico, oggi sabato 9 giugno, allo Stadio Olimpico di Roma vestito interamente di tricolore bianco-rosso-verde.

Italia Austria 1990 deve rappresentare una sigla storica per indicare una camminata trionfale verso la quarta Coppa del Mondo, superando per fascino anche quella di 8 anni prima nello scenario del Santiago Bernabeu di Madrid. Ma i sogni o muoiono all’alba o vanno alimentati, ed allora Azeglio Vicini e la sua banda giovane di 22 ragazzi deve far di tutto per portare la Nazione in trionfo. Ecco la prima partita, sofferta e vinta grazie ad un colpo di testa della sorpresa dei Mondiali, l’uomo del Sud, Salvatore Totò Schillaci.

Italia Austria 1990: formazioni

L’undici iniziale degli Azzurri di Vicini.

Italia Austria 1990: tabellino

Roma, sabato 9 giugno 1990 ore 21.00
ITALIA-AUSTRIA 1-0
Reti: 1:0 Schillaci (75)
Italia: Zenga, Bergomi, Maldini P., Baresi F., Ferri, Ancelotti (De Agostini 46), Donadoni, De Napoli, Vialli, Giannini, Carnevale (Schillaci 75). Allenatore: Vicini Azeglio
Stati Uniti: Lindenberger, Russ, Streiter, Aigner, Pecl, Schöttel, Artner (Zsak 62), Linzmaier (Hörtnagl 77), Ogris, Herzog, Polster. Allenatore: Hickersberger
Arbitro: Wright (Brasile)

Italia Austria 1990: video della partita

Mondiali Francia 98: Iran-USA 2-1, Satana batte gli americani

Mondiali Francia 98: Iran-USA 2-1, Satana batte gli americani

Iran-USA a Francia 98 non era una semplice partita di calcio. Al di là della posta in palio, ovvero i tre punti necessari per superare il primo turno, iraniani ed americani scendevano sul terreno di gioco dello stadio di Lione per dimostrare la superiorità in campo bellico, stavolta con le armi dei piedi.

Sebbene fossero anni che le due nazioni, a livello politico, non si guardavano negli occhi, sul campo, prima del calcio d’inizio le due squadre si scambiarono doni come fosse la notte di Natale ed addirittura posarono assieme per una foto ricordo.

Poi, al fischio d’avvio, fu vera battaglia sportiva. Al termine dei 90 minuti di calcio e sport, la vittoria per 2-1 eliminò di fatto dopo due partite gli statunitensi mentre l’Ayatollah Ali Khamenei, di fatto il leader dello stato islamico disse in un messaggio: “Stasera, di nuovo, il potente ed arrogante nemico, ha assaggiato l’amaro sapore della sconfitta dalle nostre mani”.

Iran-USA: tabellino del match

Stati Uniti: 18 Keller, 3 Pope, 5 Dooley (83′ Maisonneuve), 6 Regis, 13 Jones, 10 Ramos (57′ Stewart), 20 McBride, 21 Reyna, 2 Hejduk, 9 Moore, 7 Wegerle (57′ Preki).
Iran: 1 Abedzadeh, 20 Pashazadeh, 2 Mahdavikia, 6 Bagheri, 9 Estili, 4 Kakpour, 17 Zarincheh (78′ Sadavi Sad), 14 Mohammadkhani (76′ Peyravani), 21 Minavand, 10 Ali Daei, 11 Azizi (74′ Mansourian).
Arbitro: Meier (Svizzera)
Reti: 40′ Estili, 84′ Mahdavikia, 87′ McBride
Ammoniti: Minavand, Regis, Zarincheh

Iran-USA: video del match

Italia Inghilterra 1980: tabellino, video del match

Italia Inghilterra 1980: tabellino, video del match

Gli Europei 1980 sembravano creati per diventare il primo grande trionfo degli Azzurri guidati da Enzo Bearzot. Dopo l’estate di Argentina 78, con Paolo Rossi e Cabrini vere scoperte in ottica nazionale, il “vecio” non poteva mancare l’appuntamento con la seconda edizione degli Europei ospitata in casa, dopo quella del 1968 quando Dino Zoff era già a difesa della porta italiana. Ma il match inaugurale con la Spagna allo Stadio Meazza di Milano si era chiuso con un triste e noioso pareggio per 0-0 mentre Inghilterra e Belgio avevano impattato per 1-1, facendo così diventare la questione differenza reti di vitale importanza.

Vincere  e bisognava vincere contro i Maestri del calcio, magari anche con qualche golletto. Ma se in attacco gli azzurri risultavano spuntati, per via della squalifica per calcioscommesse comminate pochi mesi prima proprio a Paolo Rossi e Bruno Giordano, occorreva fare ricorso a Roberto Bettega e Francesco Graziani, che conoscevano bene lo stadio di casa, quel Comunale di Torino che tante volte li aveva sentiti gioire dopo una rete.

Ci vorrà lo sforzo decisivo di un centrocampista come Marco Tardelli, che da vero rapace dell’area di rigore approfitterà di un traversone basso dalla sinistra di Graziani per battere un mostro sacro come Shilton e far scoppiare di gioia lo stadio torinese e milioni di tifosi piazzati davanti alle televisioni.

Italia Inghilterra 1980: tabellino del match

15-6-1980, Torino (EU), Stadio Comunale, ore 20.30
Italia-Inghilterra 1-0
Reti: 78’ Tardelli.
Italia: Zoff, Gentile, Oriali, Benetti, Collovati, Scirea, Causio (88’ G. Baresi), Tardelli, Graziani, Antognoni, Bettega. Ct: Bearzot.
Inghilterra: Shilton, Neal, Sansom, Wilkins, Watson, Thompson, Keegan, Coppell, Birtles (75’ Mariner), Kennedy, Woodcock. Ct: Greenwood.
Arbitro: Rainea (Romania).

Italia Inghilterra 1980: video del match

Italia-Argentina 1978: l’1-0 azzurro in casa dei futuri campioni

Italia-Argentina 1978: l’1-0 azzurro in casa dei futuri campioni

I Mondiali in Argentina nel 1978 sembravano un fase di passaggio per il calcio italiano. Dopo la figuraccia rimediata 4 anni prima in Germania, con l’eliminazione subita proprio dai padroni di casa sudamericani e dalla sorprendente Polonia, il ciclo dei “messicani”, con il ct Valcareggi in testa, si era definitivamente concluso. E con le due stelle del calcio italiano Mazzola e Rivera sul viale del tramonto, toccava ad Enzo Bearzot ricostruire il filo conduttore. In Sudamerica si arrivava con il blocco Juve  forte dello scudetto, fra cui qualche giovane di belle speranze come Cabrini ed un Paolo Rossi che di li a poco avrebbe mostrato le sue qualità migliori. Sorprendentemente, gli azzurri arrivavano all’ultimo match del girone a braccetto con l’albiceleste con la qualificazione già in tasca. La sfida per il primo posto valeva la permanenza a Buenos Aires per la disputa della seconda fase che avrebbe stabilito le finaliste.

Italia-Argentina-formazione-1978

La formazione degli Azzurri

Bearzot non ne volle sapere, non mise a riposo i titolari ed un azione da manuale del calcio Bettega-Rossi-Bettega determinò il successo sui padroni di casa per 1-0. Noi rimanevano nella metropoli, peraltro unica formazione del Mondiale a qualificarsi a punteggio pieno, mentre l’Argentina, seconda nel girone, si sarebbe trasferita a Rosario.

Poi, nella seconda fase, la classe degli Azzurri soffrirà gli sforzi contro la Germania Ovest campione del mondo, un pari per 0-0, mentre il risicato successo contro l’Austria per 1-0 in virtù di un guizzo di Paolo Rossi, ci costringerà a giocarci il tutto per tutto contro l’Olanda. L’illusione del primo tempo svanirà su due bordate da fuori area, costringendo i tifosi italiani a ripiegare mestamente le bandiere. Ma quattro anni dopo…

argentina-1978

 

Il tabellino di Italia-Argentina 1978

Buenos Aires, Stadio Monumental, 10 giugno 1978, ore 19.15
Italia: Zoff, Gentile, Bellugi (dal 6° Cuccuredu), Scirea, Cabrini, Causio, Taredelli, Benetti, Antognoni (dal 73° Zaccarelli), Rossi, Bettega. CT Enzo Bearzot.
Argentina:Fillol, Olguin, Passarella, Galvan, Tarantini, Ardiles, Gallego, Valencia, Bertoni, Ortiz (dal 72°Houseman), Kempes. CT: Cesar Luis Menotti

Arbitro: Klein (Israele)

Rete: Bettega al 67°

Ammonizioni: Benetti

Il video di Italia-Argentina 1978

Go Top