Archive For The “Curiosità” Category

Ciclista con più vittorie al Tour de France

Ciclista con più vittorie al Tour de France

La corsa a tappe francese è senza dubbio la gara di ciclismo più importante al mondo: ecco che scoprire il ciclista con più vittorie al Tour de France potrebbe essere una sorpresa leggendo il nome, dato che, spesso, i velocisti hanno la meglio per numero di tappe.

Nel Tour tutti gli anni, i migliori campioni dello sport dei pedali si confrontano, chi per il successo di tappa, chi per la classifica generale che porta in dote la maglia gialla, chi per la maglia a pois come Re degli Scalatori

E dunque sgomitare sui traguardi delle tappe alpine o negli arrivi di massa in volta, eccellere può diventare una cosa che si sogna e si realizza una volta sola nella vita.

E chi se non un ciclista che risponde al soprannome del Cannibale poteva vantare il maggior numero di successi al Tour de France? Ebbene si, è proprio Eddy Merckx il ciclista ad aver conseguito il maggior numero di vittorie sulla strade transalpine, a cui aggiungere i 5 successi nella classifica finale della Grand Boucle.

Ciclista con più vittorie al Tour de France: Merckx

1969

6ª tappa Tour de France (Mulhouse > Ballon d’Alsace)
8ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Divonne-les-Bains, cronometro)
11ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Briançon > Digne)
15ª tappa Tour de France (Revel, cronometro)
17ª tappa Tour de France (Mourenx)
22ª tappa, 2ª semitappa Tour de France (Créteil > Parigi, cronometro)

1970

Prologo Tour de France (Limoges, cronometro)
7ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Valenciennes>Forest)
10ª tappa Tour de France (Belfort > Divonne-les-Bains)
11ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Divonne-les-Bains, cronometro)
12ª tappa Tour de France (Thonon-les-Bains > Grenoble)
14ª tappa Tour de France (Mont Ventoux)
20ª tappa, 2ª semitappa Tour de France (Bordeaux, cronometro)
23ª tappa Tour de France (Versailles > Parigi, cronometro)

1971

2ª tappa Tour de France (Mulhouse > Strasburgo)
13ª tappa Tour de France (Albi, cronometro)
17ª tappa Tour de France (Mont-de-Marsan > Bordeaux)
20ª tappa Tour de France (Versailles > Parigi, cronometro)

1972

Prologo Tour de France (Angers, cronometro)
5ª tappa, 2ª semitappa Tour de France (Bordeaux, cronometro)
8ª tappa Tour de France (Pau > Luchon)
13ª tappa Tour de France (Orcières-Merlette > Briançon)
14ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Briançon > Valloire/Colle del Galibier)
20ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Versailles, cronometro)

1974

Prologo Tour de France (Brest, cronometro)
7ª tappa Tour de France (Mons > Châlons-sur-Marne)
9ª tappa Tour de France (Gaillard)
10ª tappa Tour de France (Aix-les-Bains)
15ª tappa Tour de France (La Seu d’Urgell)
19ª tappa, 2ª semitappa Tour de France (Bordeaux, cronometro)
21ª tappa, 1ª semitappa Tour de France (Orléans)
22ª tappa Tour de France (Parigi)

1975

6ª tappa Tour de France (Circuito di Merlin Plage,cronometro)
9ª tappa, 2ª semitappa Tour de France (Auch, cronometro)

Chi è la fidanzata di Fabio Aru? Valentina Bugnone

Chi è la fidanzata di Fabio Aru? Valentina Bugnone

Chi è la fidanzata di Fabio Aru. Biografia, dati anagrafici. Cosa fa nella vita. Dove vivono.

Fabio Aru, il ciclista sardo noto con il soprannome di Cavaliere dei Quattro Mori, è felicemente  fidanzato da qualche anno con Valentina Bugnone, studente universitaria di Giurisprudenza, e nativa di Torino. Lei per amore, lo ha seguito fin da subito nelle corse, trasferendosi con il campione sardo a Lugano, in Svizzera, dove la coppia risiede.

In un’intervista di qualche anno fa, Aru ha spiegato come e quando si è innamorato della sua Valentina: “Eravamo a Milano, a casa di amici. Quella sera ricordo che, come spesso mi succede, avevo la testa alle mie gare, alla bicicletta, agli allenamenti. Quella sera non mi aspettavo che mi sarei innamorato”.

E per aggiungere una nota ulteriore sull’amore che ha Fabio per la bella Valentina che, sebbene abbia un suo regolare profilo Twitter non ama stare sotto la luce dei riflettori, il sardo ha detto in un’intervista: «La sua è una vita complicata, la costringo a inseguirmi, ma quando può c’è sempre».

Valentina lo segue a tutte le principali corse del calendario mondiale: era presente anche sulle strade delle Vuelta di Spagna 2015, la prima vittoria del sardo in una grande corsa a tappe.

Chi è la moglie di Sarri: la signora Marina

Chi è la moglie di Sarri: la signora Marina

Se del tecnico del Napoli, il signor Maurizio, si conosce praticamente tutto, su chi è la moglie di Sarri poco si conosce per via della volontà stessa della coppia di stare parecchio lontano dai riflettori. La signora Marina, pressochè sconosciuta alla stragrande maggioranza dei tifosi non solo napoletani ma anche semplici  appassionati di gossip, non si fa mai vedere allo stadio tanto che le sue foto sono rarissime. Il tecnico toscano, nato il 10 gennaio 1959, non ha mai voluto far accendere le telecamere sulla sua vita privata ed addirittura ci si è dovuti ricorrere al momento in cui è stata scelta l’abitazione per l’esperienza partenopea.

E’ stata la stessa signora Marina a visitare personalmente le diverse case nella zona di Castel Volturno, vicina al luogo degli allenamenti del club azzurro, precisamente in località Lago Patria.

A differenza del marito, la first Lady azzurra non sopporta il fumo e gestisce in Toscana la sua personale azienda di abbigliamento, precisamente ad Empoli, luogo dell’avventura decisiva per spiccare il volo verso il grande calcio che conta.

 

La peggior sconfitta del Liverpool

La peggior sconfitta del Liverpool

Correva l’anno 1954, quando si registrò la peggior sconfitta del Liverpool nella sua storia. E sopra gli uomini del club di Anfield Road non passò una potenza del pallone, bensì il Birmingham City, compagine di Seconda Divisione, in quanto il Liverpool, nella stagione 1954/55, militava appunto nella cadetteria, per la prima volta nella sua storia.

Ed i Blues, questo il nickname della compagine avversaria, erano in testa alla classifica, tanto che l’11 dicembre 1954 seppellirono i Reds sotto un pesante 9-1 finale, in un sabato pre-natalizio nel quale ben pochi regali ci furono per i tifosi ospiti. E, coincidenza volle, quel terribile rovescio costituisce tuttora la vittoria più larga nella storia del Birmingham City.

Il Liverpool non si presentava in campo come una squadra di quartiere, ma aveva giocatori di livello come il centravanti scozzese Billy Liddell, l’ala razzente Alan A’Court, i mediani Geoff Twentyman e Laurie Hughes, i solidi difensori Ray Lambert e Frank Lock, ed il portiere Doug Rudham, nazionale sudafricano. Ma i Blues venivano da un largo successo per 7-2 contro il Port Vale ed ora erano proprio i Reds a dover fare conoscenza con questo schiacciasassi.

Pronti via e fu subito rete, dopo appena 48 secondi per merito di Jackie Lane, approfittando di una malvagia respinta del difensore ospite Lambert. Altri 11 minuti per Eddie Brown per andare in rete su passaggio filtrante di Len Boyd. Passano cinque minuti ed ancora Brown va in rete per il momentaneo 3-0. E’ Liddell a difendere l’onore dei viaggianti, ma i Blues non ebbero pietà alcuna, con Astall che siglò il 4-1. Poi, il meritato riposo,ed alla ripresa delle ostilità, il minuto 49, quando ancora Astall andò in goal. Passano 6 minuti ed è la volta di Murphy, con un vero e proprio missile che lasciò di stucco Rudham. Era una gragnuola di colpi, se il match fosse stata una battaglia.

Il settimo goal arriva al minuto 77 grazie ad Alex Govan che di sinistro, appena dentro l’area, fa secco il portiere ospite. Poi, un ulteriore 1-2 terribile, a cinque minuti dal fischio finale, con Murphy e Brown che mettono il sigillo definitivo sul confronto, per il 9-1 finale.

Tabellino del match

Birmingham City: Merrick, Hall, Green, Boyd, Smith, Warhurst, Astall, Lane, Brown, Murphy, Govan. Allenatore:  Arthur Turner

Liverpool: Rudham, Lambert, Lock, Wilkinson, Hughes, Twentyman, Payne, Anderson, Liddell, Evans, A’Court. Alllenatore:  Don Welsh

Arbitro: G. McCabe (Sheffield)

Spettatori: 17,514

Sequenza delle reti: Lane 48″, Brown 11′, Brown 16′, Liddell 19′ (L), Astall 21′, Astall 49′, Murphy 54′, Govan 77′, Murphy 84′, Brown 85′

Calciatori Liverpool stipendi 2018

Calciatori Liverpool stipendi 2018

Per fare una grande squadra, ci vuole un grande ingaggio: la filosofia dei Reds per la stagione sportiva 2017/18 non ha mancato di rispettare questa regola tanto che l’elenco dei giocatori Liverpool stipendi 2018 vede talenti sbocciati in altri campionati, come Salah, ed altro come il difensore Van Dijk, che si sono affermati in un club di secondo livello in Premier League per poi attrarre le attenzioni della dirigenza del Merseyside. E con la stagione che prosegue, sotto la direzione attenta e speciale del tedesco Klopp, per i tanti tifosi di Anfield Road le sorprese piacevoli potrebbero non mancare.

Liverpool stipendi 2018: elenco completo

GIOCATOREETA’STIP SETTIMANALEDURATA CONTRATTO
Simon Mignolet29£60,0003 anni (2021)
Loris Karius24£25,0003 anni (2021)
Danny Ward24£10,0003 anni (2021)
Adam Bogdan291 anni (2019)
Virgil Van Dijk26£150,0005 anni (2023)
Joel Matip26£70,0002 anni (2020)
Dejan Lovren28£90,0003 anni (2021)
Ragnar Klavan31£55,0001 anni (2019)
Joe Gomez20£30,0005 anni (2022)
Andrew Robertson23£50,0003 anni (2021)
Alberto Moreno25£40,0002 anni (2019)
Nathaniel Clyne26£70,0003 anni (2020)
Emre Can24£70,000Ultimo anno (2018)
Georginio Wijnaldum27£90,0003 anni (2021)
Jordan Henderson27£100,0002 anni (2020)
James Milner32£120,0002 anni (2019)
Alex Oxlade-Chamberlain24£90,0004 anni (2022)
Ben Woodburn18£10,0004 anni (2022)
Adam Lallana29£65,0003 anni (2020)
Sadio Mané25£90,0004 anni (2021)
Mohamed Salah25£120,0005 anni (2022)
Lazar Markovic23£35,0002 anni (2019)
Roberto Firmino25£100,0003 anni (2020)
Daniel Sturridge (prestito)27£120,0002 anni (2019)
Danny Ings25£60,0002 anni (2020)
Dominic Solanki19£25,0005 anni (2022)
Scadenza contratti Roma 2018

Scadenza contratti Roma 2018

Situazione abbastanza ben delineata in casa giallorossa: l’estate prossima di calciomercato non dovrebbe portare grossi scossoni alla truppa di mister Eusebio Di Francesco dato che la scadenza contratti Roma 2018 vede soltanto il portiere rumeno Lobont destinato a lasciare Trigoria. Per tutti i big infatti, si profila un lungo destino all’ombra del Colosseo, con Dzeko e Manolas in testa, eroi della notte dell’Olimpico con la vittoria per 3-0 sul Barcellona e l’appodo alle semifinali di Champions League dopo ben 34 anni.

Scadenza contratti Roma 2018: elenco giocatori

Bogdan Iounut Lobont 2018
Daniele De Rossi 2019
(Allenatore) Eusebio Di Francesco 2019
Alessandro Florenzi 2019
Elio Capradossi 2020
Edin Dzeko 2020
Stephan El Shaarawy 2020
Federico Julián Fazio 2020
Aleksandar Kolarov 2020
Alisson Ramses Becker 2021
Gerson Santos Da Silva 2021
Maxime Gonalons 2021
Radja Nainggolan 2021
Almeira Diego Perotti 2021
Lukasz Skorupski 2021
Mirko Antonucci 2022
Cengiz Ünder 2022
Grégoire Defrel 2022
Rick Karsdorp 2022
Konstantinos Manolas 2022
Lorenzo Pellegrini 2022
Patrik Schick 2022
Kevin Strootman 2022

Chi è la moglie di Salah: Magi

Chi è la moglie di Salah: Magi

Si chiama Magi la moglie di Salah, ex centrocampista offensivo di Fiorentina e Roma ed ora in forza al Liverpool. Magi Salah, conosciuta anche come  Maji Mohammed Sadiq, come il marito. è nata in Egitto. I due si incontrarono da adolescente, quando entrambi frequentavano la scuola presso il villaggio di Basion in Gharbia.

salah-moglie

La coppia si è unita in matrimonio il 17 dicembre 2013 a Ngrid, Egitto. Dal loro amore è nata Makka, la loro prima ed unica figlia al momento, venuta alla luce nel 2014, presso il Westminster Hospital, a Londra, quando il padre vestiva la maglia del Chelsea. Secondo indiscrezioni la scelta del nome non è casuale: essendo entrambi musulmani praticanti, intendevano darle il nome di Mecca, la Città Santa per i fedeli dell’Islam.

Tuttavia la possibilità che potesse essere confuso con Mecca Casino, società di scommesse, hanno preferito modificare leggermente il nome di battesimo essendo considerato peccato il gioco d’azzardo secondo l’Islam.

 

Go Top