Archive For The “Curiosità” Category

Quella volta che Sacchi disse: Juve come Rosenborg

Quella volta che Sacchi disse: Juve come Rosenborg

Chi ha detto Juve come Rosenborg e quando. Il famoso paragone fra i bianconeri italiani e quelli di Norvegia nel mondo del calcio.

Ne è passata di acqua sotto i ponti: Juve come Rosenborg ogni tanto torna a risuonare nelle orecchie dei tifosi bianconeri vista la sequenza incredibile di successi in campionato  e poi, appena varca il confine ed entra in Europa, per meglio dire in Champions League, soffre le pene dell’inferno anche soltanto per superare il primo turno nel girone iniziale.

Fu Arrigo Sacchi, padre italiano del calcio moderno e che trionfò per due volte consecutive sul finire degli Anni Ottanta nella massima competizione per clubs, quando ancora si chiamava Coppa dei Campioni, con il Milan degli Olandesi, Gullit, Van Basten e Rijkaard, ad iniziare una serie di polemiche, mediante espressioni sempre molto educate, con mister Allegri, durantele diverse dirette tv ed anche a distanza.

Era l’8 marzo 2016, quando i bianconeri si avviavano a trionfare per la quinta volta consecutiva in campionato, merito di una pazzesca rimonta che gli uomini di Allegri avevano completato nei confronti del Napoli, battuto per 1-0 con un goal di Zaza sul finire della partita. Ma i bianconeri, di li a poco, sarebbero usciti dalla Champions agli ottavi, fallendo una rimonta contro il Bayern Monaco. Ed il tecnico romagnolo, poi diventato opinionista sulle reti Mediaset, rilasciando un’intervista all’agenzia di stampa La Presse, volle essere molto chiaro sulla qualità dei bianconeri: “La Juve è dieci anni avanti a tutte le altre per coesione e competenza. Il suo limite sono i verbi. Noi al Milan ne coniugavamo tre: vincere, convincere, divertire. La Juventus ne coniuga uno: vincere. È una debolezza. Si dirà: ‘Ma in Italia continua a vincere’. E io dirò: anche il Rosenborg vince sempre lo scudetto in Norvegia. Ma cosa conta è la Champions League e in Europa la Juventus fatica”.

Rosa Valencia 2018 19

Rosa Valencia 2018 19

La Rosa Valencia 2018 19 si presenta con un italiano, il difensore Cristiano Piccini, che arriva dallo Sporting Lisbona dopo aver avuto un passato nel suo paese di origine con le maglie di Fiorentina, Livorno, Spezia e Carrarese. Oltre al 26enne, sono presenti nella rosa diversi giocatori che hanno militato in compagini italiane, più precisamente il portiere Neto (ex Fiorentina e Juventus), il difensore colombiano Murillo (Inter), il centrocampista Kondogbia (Inter). Il Valencia nel suo passato ha disputato 9 volte la Coppa dei Campioni/Champions League, giungendo ben due volte consecutive alla finalissima, risultando entrambe le volte sconfitte, nelle stagioni 1999/00 (sconfitto dal Real Madrid) e 2000/01 (persa a Milano contro il Bayern Monaco).

Nel suo palmares ci sono

  • 6 titoli nazionali
  • 7 Coppa di Spagna
  • 1 Supercoppa di Spagna
  • 1 Coppa Eva Duarte
  • 1 Coppa delle Coppe
  • 1 Coppa Uefa
  • 2 Supercoppe Europee
  • 1 Intertoto
  • 2 Coppe delle Fiere

Rosa Valencia 2018 19: elenco completo

GiocatoreRuoloEtàTermine contrattoValore Mercato
13NetoP2930/06/2021£13.50m
1Jaume DoménechP2730/06/2022£2.25m
5Gabriel PaulistaD2730/06/2022£18.00m
4Jeison MurilloD2630/06/2022£13.50m
12Mouctar DiakhabyD2130/06/2023£13.50m
24Ezequiel GarayD3130/06/2020£10.80m
3Rúben VezoD2430/06/2020£5.40m
14José GayàD2330/06/2023£31.50m
15Toni LatoD2030/06/2021£7.20m
21Cristiano PicciniD2530/06/2022£6.75m
17Francis CoquelinD2730/06/2022£10.80m
6Geoffrey KondogbiaC2530/06/2022£27.00m
10Dani ParejoC2930/06/2020£18.00m
18Daniel WassC2930/06/2022£13.50m
8Carlos SolerC2130/06/2021£27.00m
7Gonçalo GuedesA2130/06/2023£36.00m
11Denis CheryshevA2730/06/2019£7.20m
20Ferrán TorresA1830/06/2021£4.50m
19RodrigoA2730/06/2022£45.00m
23Michy BatshuayiA2430/06/2019£36.00m
22Santi MinaA2230/06/2021£18.00m
9Kévin GameiroA3130/06/2021£16.20m
Formazione Milan Champions 2007

Formazione Milan Champions 2007

Milan Champions 2007. Tabellino del match di finale. Rosa della squadra. Video della partita.

La Vittoria numero 7 del Milan in Champions League è datata maggio 2007: dopo la tremenda sconfitta subita ad Istanbul dal Liverpool che riuscì ad operare una clamorosa rimonta da 0-3 a 3-3 e poi sconfiggendo i rossoneri ai rigori, gli uomini di Carlo Ancelotti avevano il dente avvelenato e dopo essere riusciti a superare il Manchester United a San Siro per 3-0 sotto un diluvio universale e considerata da anti addetti ai lavori come la Partita Perfetta, Atene era il luogo ideale per prendersi la rivincita.

In una calda serata greca, dopo un primo tempo di attesa, da una punizione di Pirlo scaturiva la rete del vantaggio rossonero con Pippo Inzaghi che toccava con la parte posteriore del suo corpo il pallone, spiazzando l’estremo difensore dei Reds, lo spagnolo Reina.

Passava quasi tutta la ripresa quando ancora SuperPippo coglieva l’occasione per siglare il 2-0, non definitivo quanto l’animo degli inglesi riusciva a rispondere con la rete che prolungava l’agonia rossonera. Ma dopo un lungo recupero, il triplice fischio finale decretava il trionfo nuovamente nel Milan nella massima competizione europea per clubs, con capitan Paolo Maldini che replicava il gesto di suo padre Cesare fatto nella notte di Wembley del maggio 1963.

Milan Champions 2007: Tabellino della finale

Milan (4-3-2-1): Dida; Oddo, Nesta, Maldini, Jankulovski (79′ Kaladze); Gattuso, Pirlo, Ambrosini; Kaká, Seedorf (90’+2 Favalli); Inzaghi (88′ Gilardino).

A disposizione: Kalac, Cafu, Kaladze, Gilardino, Brocchi, Favalli, Serginho. Allenatore: Ancelotti.

Liverpool (4-4-1-1): Reina; Finnan, Carragher, Agger, Riise; Pennant, Mascherano (78′ Crouch), Xabi Alonso, Zenden (59′ Kewell); Gerrard; Kuyt.

A disposizione: Dudek, Arbeloa, Hyypia, Kewell, Gonzalez, Crouch, Bellamy. Allenatore: Benitez.

Arbitro: Fandel

Gol: 45′, 82′ Inzaghi (M), 88′ Kuyt (L)

Ammoniti: 40′ Gattuso, 53′ Jankulovski (M), 58′ Mascherano, 60′ Carragher (L)

Milan Champions 2007: Rosa completa

Portieri
1 Dida Brasile Brasile 07.10.1973
29 Valerio Fiori Italia Italia 27.04.1969
16 Zeljko Kalac Australia Australia 16.12.1972
26 Marco Storari Italia Italia 07.01.1977
Difensori
31 Luca Antonelli Italia Italia 11.02.1987
25 Daniele Bonera Italia Italia 31.05.1981
2 Cafú Brasile Brasile 07.06.1970
5 Alessandro Costacurta Italia Italia 24.04.1966
36 Matteo Darmian Italia Italia 02.12.1989
19 Giuseppe Favalli Italia Italia 08.01.1972
24 Leandro Grimi Argentina Argentina 09.02.1985
18 Marek Jankulovski Repubblica Ceca Repubblica Ceca 09.05.1977
4 Kakha Kaladze Georgia Georgia 27.02.1978
3 Paolo Maldini Italia Italia 26.06.1968
13 Alessandro Nesta Italia Italia 19.03.1976
44 Massimo Oddo Italia Italia 14.06.1976
17 Dario Šimić Croazia Croazia 12.11.1975
Centrocampisti
23 Massimo Ambrosini Italia Italia 29.05.1977
Gastone Bottini Italia Italia 24.02.1987
32 Cristian Brocchi Italia Italia 30.01.1976
8 Gennaro Gattuso Italia Italia 09.01.1978
20 Yoann Gourcuff Francia Francia 11.07.1986
28 Alex Guerci Italia Italia 31.07.1989
22 Kaká Brasile Brasile 22.04.1982
21 Andrea Pirlo Italia Italia 19.05.1979
10 Clarence Seedorf Olanda Olanda 01.04.1976
27 Serginho Brasile Brasile 27.06.1971
Attaccanti
15 Marco Borriello Italia Italia 18.06.1982
33 Davide Di Gennaro Italia Italia 16.06.1988
11 Alberto Gilardino Italia Italia 05.07.1982
9 Filippo Inzaghi Italia Italia 09.08.1973
7 Ricardo Oliveira Brasile Brasile 06.05.1980
99 Ronaldo Brasile Brasile 22.09.1976
Allenatore
Carlo Ancelotti Italia Italia 10.06.1959
Allenatore in seconda
Mauro Tassotti Italia Italia 19.01.1960
Preparatore dei portieri
Villiam Vecchi Italia Italia 28.12.1948

Milan Champions 2007: sintesi della finalissima di Atene

Formazione Lazio Scudetto 2000

Formazione Lazio Scudetto 2000

Formazione Lazio Scudetto 2000. Tutti i giocatori della rosa e numero di maglia. La formazione titolare.

L’Anno del Giubileo 2000 rimarrà nella mente di ogni tifoso biancoceleste  della Lazio come la data storica che unisce la Religione ed il calcio, spesso confusi e forse, alcune volte, nemmeno così distanti. Lo scudetto del Nuovo Millennio vide il successo della compagine capitolina grazie ad una rimonta record che vide ben 9 punti di distacco mangiati dall’Aquila biancoceleste nelle ultime giornata di campionato ad una Juventus che pareva padrone.

La vittoria sul campo dei bianconeri a Torino, nel match scudetto per 1-0 con rete dell’argentino Diego Pablo Simeone fu la mazzata decisiva, il colpo che gli uomini di Mister Eriksson necessitavano per dare credito al sogno del tricolore, quello che sarebbe stato il secondo dopo lo storico primo titolo del 1974.

Ma la gioia sarà ancora più grande perchè conquistata all’Olimpico, dopo una vittoria per 3-0 contro la Reggina e con il popolo laziale interamente sul terreno di gioco, in attesa di conoscere il risultato finale dei rivali della Juventus, impegnati sul campo di Perugia, colpito da un vero e proprio nubifragio e costretti a giocare in un pantano, dopo che l’arbitro Collina aveva decretato che fosse necessario e possibile disputare comunque l’ultimo match. Il goal di Calori decreterà uno degli scudetti più contestati ed accessi degli ultimi anni, ma anche quanto fosse bello il calcio italiano di inizio secolo, quando la lotta per il titolo era aperta a diverse contendenti che sapevano tenere alta la suspence fino all’ultimo.

La classifica finale di quel torneo dirà: Lazio 72, Juventus 71.

Formazione Lazio Scudetto 2000: la rosa completa

1 P Luca Marchegiani
2 D Paolo Negro
4 C Dario Marcolin
5 D Giuseppe Favalli
6 D Néstor Sensini
7 C Sérgio Conceição
8 A Alen Bokšić
9 A Marcelo Salas
10 A Roberto Mancini
11 D Siniša Mihajlović
12 P Emanuele Concetti
13 D Alessandro Nesta
14 C Diego Simeone
15 D Giuseppe Pancaro
16 C Attilio Lombardo
17 D Guerino Gottardi
18 C Pavel Nedvěd
20 C Dejan Stanković
21 A Simone Inzaghi
22 P Marco Ballotta
23 C Juan Sebastián Verón
24 D Fernando Couto
25 C Matías Almeyda
27 C Giampiero Pinzi
28 P Luca Mondini
33 A Fabrizio Ravanelli

Allenatore: Sven-Göran Eriksson

Allenatore in seconda: Luciano Spinosi

Formazione Lazio Scudetto 2000: i titolari

Ballotta, Pancaro, Negro, Couto, Favalli, Nedved, Simeone, Veron, Mancini, S.Inzaghi, Salas.

Stipendi Milan 2018/19

Stipendi Milan 2018/19

Stipendi Milan 2018/19: tutti gli ingaggi dei calciatori della rosa a disposizione di Gennaro Gattuso. I cambiamenti rispetto alla passata stagione.

Monte ingaggi in aumento considerevole per il Milan 2018/19 versione americana del fondo Elliott. Dopo il passaggio di consegne ad inizio giugno, fra l’ex proprietario (?!) Mister Li ed il fondo d’investimento che ha praticamente accompagnato la gestione rossonera in salsa cinese, il mercato non scoppiettante ma interessante di Leonardo ha portato a qualche operazione decisiva per l’assalto  almeno al quarto posto, utile ad entrare in Champions League.

Stipendi Milan 2018/19: cambiamenti

Dopo la gestione di Fassone e Mirabelli, che avevano nel capitano Leonardo Bonucci l’uomo più pagato con ben 7.5 milioni annui, l’arrivo all’ombra della Madoninna di un altro ex bianconero come l’attaccante argentino Gonzalo Higuain ha portato ad un altro stravolgimento in termini finanziari. Per l’ex bomber bianconero, l’assegno annuo staccato sarà pari a 9.5 milioni, nettamente avanti rispetto al portiere dei rossoneri Donnarumma, forte dell’accordo della stagione passata. Nel complessivo l’aumento del monte ingaggi totale del Milan 2018/19 è pari al 25%.

Stipendi Milan 2018/19: tutti gli ingaggi dei calciatori della rosa

GONZALO HIGUAIN – 9.5 milioni di euro
GIANLUIGI DONNARUMMA – 6 milioni di euro
TIEMOUE’ BAKAYOKO – 3.5 milioni di euro
LUCAS BIGLIA – 3.5 milioni di euro
JOSE MANUEL REINA – 3 milioni di euro
SUSO – 3 milioni di euro
TIEMOUE’ BAKAYOKO – 2.5 milioni di euro
HAKAN CALHANOGLU – 2.5 milioni di euro
RICCARDO MONTOLIVO – 2.5 milioni di euro
FABIO BORINI – 2.5 milioni di euro
RICARDO RODRIGUEZ – 2.1 milioni di euro
FRANCK KESSIE’ – 2.2 milioni di euro
MATTIA CALDARA – 2.2 milioni di euro
GIACOMO BONAVENTURA – 2 milioni di euro
MATEO MUSACCHIO – 2 milioni di euro
ANDREA BERTOLACCI – 2 milioni di euro
IGNAZIO ABATE – 2.3 milioni di euro
ALESSIO ROMAGNOLI – 2 milioni di euro
ANDREA CONTI – 2 milioni di euro
MARIO STRINIC – 2 milioni di euro
DIEGO LAXALT – 1.8 milioni di euro
CRISTIAN ZAPATA – 1.7 milioni di euro
SAMU CASTILLEJO – 1.5 milioni di euro
ALEN HALILOVIC – 1.5 milioni di euro
PATRICK CUTRONE – 1.1 milioni di euro
ANTONIO DONNARUMMA – 1.1 milione di euro
DAVIDE CALABRIA – 1.1 milioni di euro
MARCO STORARI – 1 milione di euro
GUSTAVO GOMEZ – 800 mila euro
DAVIDE CALABRIA – 600 mila euro
ALESSANDRO PLIZZARI – 200 mila euro

Stipendi Milan 2018/19: l’ingaggio di Gattuso

GENNARO GATTUSO – 2 milioni di euro

Inter lista Champions 2018 19

Inter lista Champions 2018 19

Inter lista Champions 2018 19. Elenco completo dei giocatori dell’Inter ammessi a disputare la prima fase della competizione europea per clubs.

L’elenco dei giocatori nerazzurri per la Champions League 2018/19 è fatta: rimangono fuori dall’elenco scelto da Mister Luciano Spalletti, Gagliardini, Joao Mario e Dalbert. I tre, per motivi differenti, pagano la scelta limitata dal club di patron Suning che aveva a disposizione soltanto 21 posti in virtù delle norme restrittive del fair-play finanziario. Sono ben 4 i portieri inseriti nell’elenco, oltre ai due “grandi” e facenti parte in pianta stabile della prima squadra, lo sloveno Handanovic ed il suo secondo Padelli, sono a disposizione l’over 40 Tommaso Berni ed il giovane (per modo di dire) Raffaele Di Gennaro, classe 93.

Inter lista Champions 2018: Lista A

1 Samir Handanovic
2 Sime Vrsaljko
6 Stefan De Vrij
8 Matias Vecino
9 Mauro Icardi
10 Lautaro Martinez
11 Keita Balde
13 Andrea Ranocchia
14 Radja Nainggolan
16 Matteo Politano
18 Kwadwo Asamoah
20 Borja Valero
23 Joao Miranda
27 Daniele Padelli
33 Danilo D’Ambrosio
37 Milan Skriniar
44 Ivan Perisic
46 Tommaso Berni
77 Marcelo Brozovic
87 Antonio Candreva
93 Raffaele Di Gennaro

Inter lista Champions 2018: Lista B

40 Lorenzo Gavioli
59 Vladan Dekic
64 Ryan Patrick Nolan
65 Maj Roric
67 Gabriele Zappa
99 Niccolò Corrado

Stipendi Juventus 2018 19

Stipendi Juventus 2018 19

Totale stipendi Juventus 2018 19: ingaggi di tutti i giocatori della rosa della Juventus stagione 2018 19. L’incremento degli ingaggi da Antonio Conte a Massimiliano Allegri.

Monte ingaggi che cresca in maniera considerevole per la Juventus 2018 19 con l’ingaggio della stella portoghese Cristiano Ronaldo, atterrato sotto la Mole per portare finalmente a Torino l’agognata Champions League dopo 23 anni e dopo gli ultimi due tentativi andati male in finale, perse contro le corazzate spagnole Barcellona e Real Madrid. In cambio CR7 si metterà in tasca 31 milioni di euro, non certo bruscolini e soprattutto se paragonati all’ingaggio del secondo bianconero, che rimane a distanza siderale, gli appena 7 milioncini che Paulo Dybala metterà complessivamente in banca a fine stagione.

Niente male nemmeno l’ingaggio di Massimiliano Allegri: il quattro volte scudettato allenatore livornsee si metterà in tasca €7.5 milioni, niente male per chi deve condurre la corazzata bianconera al trionfo europeo e partito dalla Serie D in Toscana con l’Aglianese.

Monte stipendi Juventus 2018 19: incremento

Altro dato finanziario di un certo rilievo e che denota quanto sia cresciuto il monte stipendi Juventus, è il fatto che in appena 7 stagioni, dalla prima di Antonio Conte, datata 2011/12 e che portò il primo dei setti titoli nazionali in bacheca, si è passata da un totale complessivo di 54.5 milioni agli attuali 110 milioni, più che raddoppiato, sinonimo di solidità della gestione, oltre che della continua presenza in Champions League, competizione che assicura un buon e lucroso assegno ogni volta che si partecipa.

Stipendi Juventus 2018 19: tutti gli ingaggi calciatore per calciatore

CRISTIANO RONALDO – 31 milioni a stagione
PAULO DYBALA – 7 milioni a stagione
MIRALEM PJANIC – 6.5 milioni a stagione
DOUGLAS COSTA – 6 milioni a stagione
EMRE CAN – 6 milioni a stagione
LEONARDO BONUCCI – 5 milioni a stagione
SAMI KHEDIRA – 4 milioni a stagione
MARIO MANDZUKIC – 3.5 milioni a stagione
GIORGIO CHIELLINI – 3.5 milioni a stagione
JUAN GUILLERMO CUADRADO – 3.5 milioni a stagione
BLAISE MATUIDI – 3.5 milioni a stagione
WOJCIECH SZCZESNY – 3.5 milioni a stagione
ANDREA BARZAGLI – 3 milioni a stagione
MEHDI BENATIA – 3 milioni a stagione
JOAO CANCELO – 3 milioni a stagione
FEDERICO BERNARDESCHI – 3 milioni a stagione
ALEX SANDRO – 2.8 milioni a stagione
MATTIA PERIN – 2.3 milioni a stagione
DANIELE RUGANI – 2 milioni a stagione
MATTIA DE SCIGLIO – 2 milioni a stagione
LEONARDO SPINAZZOLA – 1.5 milioni a stagione
RODRIGO BENTANCUR – 1 milione a stagione
MOISE KEAN – 550 mila euro a stagione
CARLO PINSOGLIO – 200 mila euro a stagione

Stipendi Juve 2018 19: quanto guadagna l’allenatore Allegri
MASSIMILIANO ALLEGRI – 7.5 milioni a stagione

Go Top