I 5 cerchi olimpici: quando nacquero, cosa rappresentano

I cinque cerchi Olimpici, che campeggiano di fronte al quartier generale del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) a Losanna in Svizzera, vennero disegnati originalmente dal Barone Pierre de Coubertin nel 1912 e vennero da subito utilizzati nell’edizione estiva dei Giochi Olimpici che si tennero a Stoccolma.

Due anni più tardi il Barone, in una lettera redatta per il 20° anniversario della nascita del CIO, appose sulla carta il logo dei cerchi, che divennero il simbolo ufficiale della manifestazione. Disegnò e colorò personalmente gli anelli che si univano, motivando la scelta dei sei colori, costituiti dai cinque degli anelli ed il bianco dello sfondo in questo modo: “I cinque anni anelli rappresentano le cinque parti del mondo che si sono convertite allo spirito Olimpico e pronte ad accettare le rivalità. Comunque, i sei colori così combinati riproducono tutte le nazioni senza eccezioni”.

Infatti il creatore delle Olimpiadi Moderne pesò alle nazioni che presero parte all’edizione svedese. Nella motivazione infatti aggiunse che i sei colori (incluso dunque il bianco dello sfondo) combinati in quel modo riproducono i colori di ciascun paese. Il blu ed il giallo della Svezia, il blu ed il bianco della Grecia, i tre colori di Francia, Inghilterra, America, Germania, Belgio, Italia ed Ungheria, ed il giallo ed il rosso della Spagna, sono posizionati con le novità di Brasile o di Australia, con il già noto Giappone e la nuova Cina. Questo è veramente un simbolo internazionale”.

Tuttavia nel 1916, l’edizione non si tenne per via dello scoppio della Prima Guerra Mondiale e così il debutto della bandiera olimpica potrà avvenire soltanto nel 1920 ad Anversa.

Erroneamente, tanti attribuiscono i colori dei cinque cerchi olimpici ai cinque continenti in cui è diviso il mondo. Tuttavia non poteva essere questa la motivazione in quanto soltanto l’Egitto inviò una sua rappresentanza ai Giochi Olimpici di Londra 2012 mentre una vera e propria spedizione dei diversi paesi dell’Africa si avrà soltanto nel secondo dopoguerra.

La bandiera olimpica debutta ad Anversa, nel 1920

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.