La partita di tennis più corta della storia

Il match di tennis più veloce della storia: Nieminen-Tomic 6-0,61 in 28 minuti

La partita di tennis può durare un’infinità oppure uno spazio breve, qualora un infortunio capiti ad uno dei contendenti. Ma il record della partita più veloce appartiene ad torneo del Master 1000, quello di Miami, quando il finlandese Jarkko Nieminen battè con un perentorio 6-0, 6-1 l’australiano Bernard Tomic, rimanendo in campo soltanto 28 minuti e 20 secondi.

Sebbene a differenza di età fosse a vantaggio dell’australiano  (21 anni), quest’ultimo rientrava da un infortunio che non gli permetteva di rendere al meglio. E così sul cemento della Florida il 33-enne finnico ebbe la meglio in meno di mezz’ora.

Il record precedente spettava apparteneva all’incontro Rusedski – Arriens con il primo che superò agilmente con un doppio 6-0 in 29 minuti nel torneo di Sydney del 1996 il tedesco.

Tornando a Nieminen, non fece molta strada nel torneo americano, venendo battuto al secondo turno dall’ucraino Dolgopolov.

 

 

 

Fed Cup: albo d’oro della Coppa del Mondo di tennis femminile

La Fed Cup, denominata Federation Cup fino al 1995, è il più importante torneo di tennis per squadre nazionali femminili, la competizione equivalente alla Coppa Davis riservata agli uomini. Entrambi gli eventi sono gestiti dalla Federazione Internazionale Tennis.

La formula del “Mondiale” a squadre è variata nel corso degli anni. Inizialmente la Fed Cup infatti veniva giocata nell’arco di due sole settimane durante l’anno solare. Poi, la volontà di uniformarsi alla più nota Davis ha fatto si che la competizione venisse spalmata durante la stagione.

La differenza più importante è l’utilizzo del week-end. Infatti gli incontri fra le nazionali  durano due giorni (invece dei tre della Coppa Davis); nel primo giorno vengono disputati due incontri di singolari mentre nella seconda giornata i matches di singolari precedono l’eventuale doppio, che si gioca pertanto soltanto in caso sia necessaria dirimere la parità.

La squadra è formata da quattro giocatrici; una di esse può essere il capitano, oppure può essere presente un “capitano non giocatore”, anche uomo, spesso è lo stesso della Coppa Davis, che gestisce le convocazioni.
La prima edizione della Federation Cup si svolse nel 1963, in occasione del 50º anniversario della Federazione Internazionale Tennis, e da allora si svolge a cadenza annuale.

AnnoVincitricePunteggioFinalistaSede
1963Stati Uniti (1)2 — 1Australia (1)Londra
1964Australia (1)2 — 1Stati Uniti (1)Filadelfia
1965Australia (2)2 — 1Stati Uniti (2)Melbourne
1966Stati Uniti (2)3 — 0Germania Ovest (1)Torino
1967Stati Uniti (3)2 — 0Regno Unito (1)Berlino
1968Australia (3)3 — 0Paesi Bassi (1)Parigi
1969Stati Uniti (4)2 — 1Australia (2)Atene
1970Australia (4)3 — 0Germania Ovest (2)Friburgo
1971Australia (5)3 — 0Regno Unito (2)Perth
1972Sudafrica (1)2 — 1Regno Unito (3)Johannesburg
1973Australia (6)3 — 0Sudafrica (1)Brandeburgo
1974Australia (7)2 — 1Stati Uniti (3)Napoli
1975Cecoslovacchia (1)3 — 0Australia (3)Aix-en-Provence
1976Stati Uniti (5)2 — 1Australia (4)Filadelfia
1977Stati Uniti (6)2 — 1Australia (5)Eastbourne
1978Stati Uniti (7)2 — 1Australia (6)Melbourne
1979Stati Uniti (8)3 — 0Australia (7)Madrid
1980Stati Uniti (9)3 — 0Australia (8)Berlino
1981Stati Uniti (10)3 — 0Regno Unito (4)Tokyo
1982Stati Uniti (11)3 — 0Germania Ovest (3)Santa Clara
1983Cecoslovacchia (2)2 — 1Germania Ovest (4)Zurigo
1984Cecoslovacchia (3)2 — 1Australia (9)San Paolo
1985Cecoslovacchia (4)2 — 1Stati Uniti (4)Nagoya
1986Stati Uniti (12)3 — 0Cecoslovacchia (1)Praga
1987Germania Ovest (1)2 — 1Stati Uniti (5)Vancouver
1988Cecoslovacchia (5)2 — 1URSS (1)Melbourne
1989Stati Uniti (13)3 — 0Spagna (1)Tokyo
1990Stati Uniti (14)2 — 1URSS (2)Atlanta
1991Spagna (1)2 — 1Stati Uniti (6)Nottingham
1992Germania (2)2 — 1Spagna (2)Francoforte
1993Spagna (2)3 — 0Australia (10)Francoforte
1994Spagna (3)3 — 0Stati Uniti (7)Francoforte
1995Spagna (4)3 — 2Stati Uniti (8)Valencia
1996Stati Uniti (15)5 — 0Spagna (3)Atlantic City
1997Francia (1)4 — 1Paesi Bassi (2)Den Bosch
1998Spagna (5)3 — 2Svizzera (1)Ginevra
1999Stati Uniti (16)4 — 1Paesi Bassi (3)Stanford
2000Stati Uniti (17)5 — 0Spagna (4)Las Vegas
2001Paesi Bassi (1)2 — 1Russia (4)Madrid
2002Slovacchia (1)3 — 1Spagna (5)Gran Canaria
2003Francia (2)4 — 1Stati Uniti (9)Mosca
2004Russia (1)3 — 2Francia (1)Mosca
2005Russia (2)3 — 2Francia (2)Parigi
2006Italia (1)3 — 2Belgio (1)Charleroi
2007Russia (3)4 — 0Italia (1)Mosca
2008Russia (4)4 — 0Spagna (6)Madrid
2009Italia (2)4 — 0Stati Uniti (10)Reggio Calabria
2010Italia (3)3 — 1Stati Uniti (11)San Diego
2011Rep. Ceca (6)3 — 2Russia (5)Mosca
2012Rep. Ceca (7)3 — 1Serbia Serbia (1)Praga
2013Italia (4)4 — 0Russia (6)Cagliari
2014Rep. Ceca (8)3 — 1Germania (5)Praga
2015Rep. Ceca (9)3 — 2Russia (7)Praga
2016Rep. Ceca (10)3 — 2Francia (3)Strasburgo

Coppa Davis: albo d’oro del mondiale di tennis per nazioni

La chiamano la Coppa del Mondo di tennis per tennis: è la Coppa Davis, la manifestazione che ogni anno, a dispetto delle classifiche, mette di fronte i tennisti del globo che giocano per la propria bandiera. L’edizione del 2016 è la numero 105 e la consegna dell’insalatiera, come viene ridenominato simpaticamente il trofeo, vedrà la disputa nel week-end del 25-27 novembre della finalissima fra la Croazia e l’Argentina.

Sede della tre giorni è l’Arena Zagreb che ha sede nella capitale del paese croato Zagabria. La superficie sarà il cemento, ovviamente al coperto dato l’approssimarsi dell’inverno.

L’albo d’oro della Coppa Davis, dalla prima edizione ai giorni nostri

Legenda : il numero tra parentesi a fianco della nazione indica il progressivo delle vittorie/sconfitte nella manifestazione

E= erba, T= terra, C= cemento, I= indoor

annovincitorepunteggiofinalistasedecittà
1900Stati Uniti (1)3–0Regno Unito (1)Longwood Cricket Club (E)Boston, Stati Uniti
1902Stati Uniti (2)3–2Regno Unito (2)Crescent Athletic Club (E)Brooklyn, Stati Uniti
1903Regno Unito (1)4–1Stati Uniti (1)Longwood Cricket Club (E)Boston, Stati Uniti
1904Regno Unito (2)5–0Belgio (1)Warple Road (E)Londra, Regno Unito
1905Regno Unito (3)5–0Stati Uniti (2)Queen’s Club (E)Londra, Regno Unito
1906Regno Unito (4)5–0Stati Uniti (3)Warple Road (E)Londra, Regno Unito
1907Australasia (1)3–2Regno Unito (3)Warple Road (E)Londra, Regno Unito
1908Australasia (2)3–2Stati Uniti (4)Albert Ground (E)Melbourne, Australia
1909Australasia (3)5–0Stati Uniti (5)Double Bay Grounds (E)Sydney, Australia
1911Australasia (4)4–0Stati Uniti (6)Hagley Park (E)Christchurch, Nuova Zelanda
1912Regno Unito (5)3–2Australasia (1)Albert Ground (E)Melbourne, Australia
1913Stati Uniti (3)3–2Regno Unito (4)Worple Road (E)Londra, Regno Unito
1914Australasia (5)3–2Stati Uniti (7)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1915Non disputata
1916Non disputata
1917Non disputata
1918Non disputata
1919Australasia (6)4–1Regno Unito (5)Double Bay Grounds (E)Sydney, Australia
1920Stati Uniti (4)5–0Australasia (2)Domain Cricket Club (E)Auckland, Nuova Zelanda
1921Stati Uniti (5)5–0Giappone (1)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1922Stati Uniti (6)4–1Australasia (3)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1923Stati Uniti (7)4–1Australia (4)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1924Stati Uniti (8)5–0Australia (5)Germantown Cricket Club (E)Philadelphia, Stati Uniti
1925Stati Uniti (9)5–0Francia (1)Germantown Cricket Club (E)Philadelphia, Stati Uniti
1926Stati Uniti (10)4–1Francia (2)Germantown Cricket Club (E)Philadelphia, Stati Uniti
1927Francia (1)3–2Stati Uniti (8)Germantown Cricket Club (E)Philadelphia, Stati Uniti
1928Francia (2)4–1Stati Uniti (9)Stade Roland Garros (T)Parigi, Francia
1929Francia (3)3–2Stati Uniti (10)Stade Roland Garros (T)Parigi, Francia
1930Francia (4)4–1Stati Uniti (11)Stade Roland Garros (T)Parigi, Francia
1931Francia (5)3–2Regno Unito (6)Stade Roland Garros (T)Parigi, Francia
1932Francia (6)3–2Stati Uniti (12)Stade Roland Garros (T)Parigi, Francia
1933Regno Unito (6)3–2Francia (3)Stade Roland Garros (T)Parigi, Francia
1934Regno Unito (7)4–1Stati Uniti (13)All England Lawn Tennis and Croquet Club (E)Londra, Regno Unito
1935Regno Unito (8)5–0Stati Uniti (14)All England Lawn Tennis and Croquet Club (E)Londra, Regno Unito
1936Regno Unito (9)3–2Australia (6)All England Lawn Tennis and Croquet Club (E)Londra, Regno Unito
1937Stati Uniti (11)4–1Regno Unito (7)All England Lawn Tennis and Croquet Club (E)Londra, Regno Unito
1938Stati Uniti (12)3–2Australia (7)Germantown Cricket Club (E)Philadelphia, Stati Uniti
1939Australia (7)3–2Stati Uniti (15)Merion Cricket Club (E)Haverford, Stati Uniti
1940Non disputata
1941Non disputata
1942Non disputata
1943Non disputata
1944Non disputata
1945Non disputata
1946Stati Uniti (13)5–0Australia (8)Kooyong Stadium (E)Melbourne, Australia
1947Stati Uniti (14)4–1Australia (9)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1948Stati Uniti (15)5–0Australia (10)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1949Stati Uniti (16)4–1Australia (11)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1950Australia (8)4–1Stati Uniti (16)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1951Australia (9)3–2Stati Uniti (17)White City Stadium (E)Sydney, Australia
1952Australia (10)4–1Stati Uniti (18)Memorial Drive Tennis Centre (E)Adelaide, Australia
1953Australia (11)3–2Stati Uniti (19)Kooyong Stadium (E)Melbourne, Australia
1954Stati Uniti (17)3–2Australia (12)White City Stadium (E)Sydney, Australia
1955Australia (12)5–0Stati Uniti (20)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1956Australia (13)5–0Stati Uniti (21)Memorial Drive Tennis Centre (E)Adelaide, Australia
1957Australia (14)3–2Stati Uniti (22)Kooyong Stadium (E)Melbourne, Australia
1958Stati Uniti (18)3–2Australia (13)Milton Courts (E)Brisbane, Australia
1959Australia (15)3–2Stati Uniti (23)West Side Tennis Club (E)New York, Stati Uniti
1960Australia (16)4–1Italia (1)White City Stadium (E)Sydney, Australia
1961Australia (17)5–0Italia (2)Kooyong Stadium (E)Melbourne, Australia
1962Australia (18)5–0Messico (1)Milton Courts (E)Brisbane, Australia
1963Stati Uniti (19)3–2Australia (14)Memorial Drive Tennis Centre (E)Adelaide, Australia
1964Australia (19)3–2Stati Uniti (24)Harold Clark Courts (T)Cleveland, Stati Uniti
1965Australia (20)4–1Spagna (1)White City Stadium (E)Sydney, Australia
1966Australia (21)4–1India (1)Kooyong Stadium (E)Melbourne, Australia
1967Australia (22)4–1Spagna (2)Milton Courts (E)Brisbane, Australia
1968Stati Uniti (20)4–1Australia (15)Memorial Drive Tennis Centre (E)Adelaide, Australia
1969Stati Uniti (21)5–0Romania (1)Harold Clark Courts (C)Cleveland, Stati Uniti
1970Stati Uniti (22)5–0Germania Ovest (1)Harold Clark Courts (C)Cleveland, Stati Uniti
1971Stati Uniti (23)3–2Romania (2)Olde Providence Racquet Club (T)Charlotte, Stati Uniti
1972Stati Uniti (24)3–2Romania (3)Club Sportiv Progresul (T)Bucarest, Romania
1973Australia (23)5–0Stati Uniti (25)Public Auditorium (SI)Cleveland, Stati Uniti
1974Sudafrica (1)w/o[2]India (2)
1975Svezia (1)3–2Cecoslovacchia (1)Kungliga Tennishallen (SI)Stoccolma, Svezia
1976Italia (1)4–1Cile (1)Estadio Nacional (T)Santiago, Cile
1977Australia (24)3–1Italia (3)White City Stadium (E)Sydney, Australia
1978Stati Uniti (25)4–1Regno Unito (8)Mission Hills CC (C)Rancho Mirage, Stati Uniti
1979Stati Uniti (26)5–0Italia (4)Civic Auditorium (SI)San Francisco, Stati Uniti
1980Cecoslovacchia (1)4–1Italia (5)Malá Sportovní Hall (SI)Praga, Cecoslovacchia
1981Stati Uniti (27)3–1Argentina (1)Riverfront Coliseum (SI)Cincinnati, Stati Uniti
1982Stati Uniti (28)4–1Francia (4)Palais des Sports (TI)Grenoble, Francia
1983Australia (25)3–2Svezia (1)Kooyong Stadium (E)Melbourne, Australia
1984Svezia (2)4–1Stati Uniti (26)Scandinavium (TI)Göteborg, Svezia
1985Svezia (3)3–2Germania Ovest (2)Olympiahalle (SI)Monaco, Germania Ovest
1986Australia (26)3–2Svezia (2)Kooyong Stadium (E)Melbourne, Australia
1987Svezia (4)5–0India (3)Scandinavium (TI)Göteborg, Svezia
1988Germania Ovest (1)4–1Svezia (3)Scandinavium (TI)Göteborg, Svezia
1989Germania Ovest (2)4–1Svezia (3)Schleyerhalle (SI)Stoccarda, Germania Ovest
1990Stati Uniti (29)3–2Australia (16)Suncoast Dome (TI)St. Petersburg, Stati Uniti
1991Francia (7)3–1Stati Uniti (27)Palais des Sports de Gerland (SI)Lione, Francia
1992Stati Uniti (30)3–1Svizzera (1)Tarrant County Center (CI)Fort Worth, Stati Uniti
1993Germania (3)4–1Australia (17)Exhibition Hall (TI)Düsseldorf, Germania
1994Svezia (5)4–1Russia (1)Olimpijskij (SI)Mosca, Russia
1995Stati Uniti (31)3–2Russia (2)Olimpijskij (TI)Mosca, Russia
1996Francia (8)3–2Svezia (5)Mässan Hall (CI)Malmö, Svezia
1997Svezia (6)5–0Stati Uniti (28)Scandinavium (SI)Göteborg, Svezia
1998Svezia (7)4–1Italia (6)Forum (TI)Milano, Italia
1999Australia (27)3–2Francia (5)Acropolis Exhibition Hall (TI)Nizza, Francia
2000Spagna (1)3–1Australia (18)Palau Sant Jordi (TI)Barcellona, Spagna
2001Francia (9)3–2Australia (19)Rod Laver Arena (E)Melbourne, Australia
2002Russia (1)3–2Francia (6)Palais Omnisports (CI)Parigi, Francia
2003Australia (28)3–1Spagna (3)Rod Laver Arena (E)Melbourne, Australia
2004Spagna (2)3–2Stati Uniti (29)Estadio Olímpico (TI)Siviglia, Spagna
2005Croazia (1)3–2Slovacchia (1)Sibamac Arena (CI)Bratislava, Slovacchia
2006Russia (2)3–2Argentina (2)Olimpijskij (CI)Mosca, Russia
2007Stati Uniti (32)4–1Russia (3)Memorial Coliseum (CI)Portland, Stati Uniti
2008Spagna (3)3–1Argentina (3)Polideportivo Islas Malvinas (CI)Mar del Plata, Argentina
2009Spagna (4)5–0Rep. Ceca (2)Palau Sant Jordi (TI)Barcellona, Spagna
2010Serbia (1)3–2Francia (7)Beogradska Arena (CI)Belgrado, Serbia
2011Spagna (5)3–1Argentina (4)Stadio Olimpico de la Cartuja (TI)Siviglia, Spagna
2012Rep. Ceca (2)3–2Spagna (4)O2 Arena (CI)Praga, Repubblica Ceca
2013Rep. Ceca (3)3–2Serbia (1)Beogradska Arena (CI)Belgrado, Serbia
2014Svizzera (1)3–1Francia (8)Stade Pierre-Mauroy (TI)Lilla, Francia
2015Regno Unito (10)3–1Belgio (2)Flanders Expo (TI)Gand, Belgio
2016 Argentina (1)3-2Croazia (1)Arena Zagreb (CI)Zagabria, Croazia

Wimbledon: perchè i colori ufficiali sono verde e viola

I colori dell’ All England Lawn Tennis and Croquet Club sono il verde e il viola. La scelta cromatica del club che organizza ogni anno il torneo di Wimbledon, considerato il Torneo per eccellenza nonché il Mondiale dell’erba (intesa come terreno).
Fino al 1909 però i colori erano blu, giallo, rosso e verde, identici a quella della Marina inglese. La decisione del board fu quella dunque di modificare per evitare confusioni. Tuttavia non venne mai reso noto, e nemmeno successivamente pubblicato un eventuale verbale, sul perché della scelta.

Il verde è inoltre un colore ricorrente in quanto i campi sono ricoperti di erba, che viene curata e mantenuta di una lunghezza di 8 millimetri. Inoltre, sono circa 50,000 le piante fornite ogni anno, incluse le petunie Calibrachoa, che conferiscono a Wimbledon la tipica sfumatura di viola.

Curiosità

La colonna sonora di Radio Wimbledon, emittente radiofonica che trasmette in occasione del torneo, si chiama “Purple and Green” e venne usata a partire dal 1996 quando venne composta da un musicista inglese Tony Cox. E’ stata anche per un certo periodo anche dalla BBC.

Solo per il 2008 Championships, il tema venne leggermente modificato.

Guillermo Vilas, il tennista che consacrò l’Argentina e sè stesso a Parigi

Guillermo Vilas è stato un tennista di livello mondiale; forse la sfortuna per l’argentino nato a Mar del Plata, la località balneare della grande provincia di Buenos Aires, è stata quella di aver scelto la decade sbagliata in cui nascere. Sembra una battuta ma aver trovato sulla propria strada campioni del calibro di Borg, McEnroe, Lendl (all’inizio di carriera), Connors lo ha privato di molte possibili vittorie nei tornei del Grande Slam.

Se a ciò si aggiunge un carattere che spesso lo “lasciava a piedi” nel momento cruciale, non riuscì mai ad arrivare alle vette assolute.
Ma il 1977 avrebbe scritto una storia diversa: iniziata la stagione con la finale persa agli Australian Open, che tuttavia videro la defezione della quasi totalità dei big,  in febbraio vinse il suo primo torneo dell’anno a Springfield, poi in marzo arrivò in finale a Nizza perdendo contro Borg, sua vera bestia nera, il mese successivo trionfò in casa a Buenos Aires e a Virginia Beach, ultimo torneo in preparazione per i campionati di Francia.

L’americano Brian Gotfried fu il rivale della finale in un torneo in cui Vilas aveva perso soltanto un set: parve indiavolato quel pomeriggio del 5 giugno, avrebbe potuto battere chiunque tanto che fu una delle finali più brevi della storia, durata appena un’ora e 53 minuti.

L’argentino, anni dopo, volle raccontare quella meravigliosa campagna parigina che gli diede il primo successo in un torneo del Grande Slam e fu anche il primo per l’Argentina in assoluto.

Primo turno: jugoslavo Zeljko Franulovic (6-1, 6-2, 6-4): “Fu una partita nella quale non pensai molto. Era la prima del torneo. Entrai per “pestare duro” e non ebbi problemi”.

Secondo turno: cileno Belus Prajoux (2-6, 6-0, 6-3, 6-0): “Persi il primo set. Volevo fare tutto perfetto ed evidentemente non è possibile. Utilizzai la tattica di tutte le partite: mettere palla alte per rispondere con il colpo incrociato, e non potevo bene attaccare a rete per mettere pressione”.

Terzo turno: sudafricano Bernie Mitton (6-1, 6-2, 6-1): “Era un rivale difficile. Conoscevo la sua tattica e con Tiriac (il mio coach) mi ero allenato per superarlo”.

Quarto turno: americano Stan Smith (6-1, 6-2, 6-1): “Fu la mia miglior partita: giocai molto concentrato e lavorai bene con Ion (Tiriac). Come feci sempre, iniziai tranquillo e poi cominciai a colpire sempre più forte”.

Quarti di finale: polacco Wojtek Fibak (6-4, 6-0, 6-4): “Giocai stando sempre dentro al campo, mettendo palla corta e vinsi facile contro un avversario per me molto complicato”.

Semifinale: messicano Raúl Ramírez (6-2, 6-0, 6-3): “Quando lo vidi colpire i primi 3/4 colpi, capii che non poteva battermi in alcun modo. Io andavo sempre a rete per complicargli la vita, era la nona partita in cui ci affrontavamo e non non vinse mai”.

Finale: americano Brian Gottfried (6-0, 6-3, 6-0): “Il fatto che piovesse non mi complicò la faccenda come a Roma (vincerà nel 1980), perché ero concentrato e con il mio ritmo avevo perfettamente recuperato. Quello che mi preoccupava di lui era che mi attaccava e martellava. Però non potevo, lo costrinsi a non farlo”.

Vila_rolandgarros_1977

La sua sensazione

“Questa fu la più grande gioia che il tennis mi diede. Avevo già vinto il Masters nel 1974, però questo successo fu molto differente. Roland Garros fu il torneo che da sempre volevo vincere”.

Nel corso della sua carriera vincerà altri 3 tornei del Grande Slam, in Australia (1978-1979) e US Open (1977), complessivamente 62 tornei. Sarà il primo tennista a raggiungere in carriera il tetto dell 900 vittorie, in totale saranno 923 con 284 sconfitte.

La curiosità

Viene considerato l’inventore dello spettacolare colpo in cui il tennista spalle alla rete colpisce la pallina facendo passare la racchetta tra le gambe. Sarà lo stesso Vilas a coniare il nome di Gran Willy per questo colpo.

Dopo Vilas solo un altro argentino sarà in grado di vincere sulla terra rossa di Parigi: Gastón Gaudio nel 2004 sconfiggerà in una finale tutta albiceleste Guillermo Coria.