Brno: la storia, dove si trova, come raggiungere il circuito di MotoGP

Il GP della Repubblica Ceca, posizionato in calendario nel mese di agosto, sembra ritagliato apposta per unirlo ad un periodo di vacanza nei paesi dell’Est. Sebbene Brno non abbia attrazioni turistiche particolari, se non appunto il circuito, è comunque vicina alla capitale Praga, raggiungibile in circa un paio d’ore di macchina.

LA STORIA

Di antica memoria, il circuito di Brno ha una storia che corre molto indietro nel tempo, sebbene con diverse modifiche apportate. Inaugurato nel 1920, il circuito originario era di natura stradale ed aperto al pubblico, come per il vecchio Nürburgring. Il tracciato misurava ben 29,142 km, noto come Masarykův Okruh (Circuito Masaryk) e vedeva soltanto corse automobilistiche.

Nel secondo dopoguerra il percorso venne accorciato a 17,8 km, invertendo il senso di percorrenza, passando da antiorario a orario. Finalmente nel 1950 la prima corsa motociclistica e nel 1965 il gran premio venne incluso ufficialmente nel motomondiale. Poi, le esigenze di rendere più corto il tracciato, favorendo l’accesso al pubblico, spinsero gli organizzatori locali verso l’attuale conformazione. Nel 1987 venne inaugurato il nuovo circuito (5.403 m) permanente in una zona non troppo distante da quella originaria, mantenendo soltanto come cimelio l’area dei box. Brno tornerà a fare tappa fissa nel calendario, con la sola eccezione del 1992.

DOVE SI TROVA

Il circuito di Brno è situato nella località di Kyvalka a circa 23 km dal centro città di Brno e a 30 km dall’Aeroporto di Brno, a 200 km dall’aeroporto di Praga e a 170 km dall’Aeroporto di Vienna.

Come raggiungere il circuito Brno?

In auto

Fondamentale sapere che qualora vogliate raggiungere il circuito con un’auto a noleggio, di accertarvi al momento del contratto. non permettono di guidare in Repubblica Ceca o in Slovacchia con auto noleggiate in altre nazioni dell’Europa occidentale. In altri casi si deve stipulare un’assicurazione supplementare. Si possono comunque noleggiare vetture dei principali autonoleggi direttamente a Brno o Praga. Per transitare sulle autostrade cece e slovacche si debbono acquistare in frontiera i bollini autostradali (vignette).

Autostrada D1
* Se provenienti da Praga, prendere l’uscita no.178 Ostrovacice o uscita n. 182 Popuvky (Kyvalka)
* Se provenienti da Bratislava, Vienna o Olomouc, utilizzare l’uscita n. 182 Popuvky (Kyvalka)
* Se provenienti dall’ Aeroporto Brno-Tuřany, utilizzare autostrada D1, uscita 182 Popuvky (Kyvalka)

Col trasporto pubblico

Linea 400: tra Mendlovo náměstí (Piazza) a Brno e il Circuito Brno
Linea X: percorso circolare che serve il Circuito Brno – Popůvky – Žebětín – Circuito Brno

In aereo

Brno dispone di un aeroporto, a circa 16 km dal circuito. Tuttavia da e per l’Italia è prevista una sola destinazione (Lamezia Terme). Sono invece previsti collegamenti con Londra (Stansted e Luton), Monaco di Baviera ed Eindhoven). Altri aeroporti nelle vicinanze sono Vienna e Praga, da cui si può facilmente raggiungere Brno mediante auto o treno.

DOCUMENTI PER ENTRARE IN REPUBBLICA CECA

La Repubblica Ceca è entrata a far parte dell’Unione Europea nel 2004 e fa anche parte dell’Area Schengen. Per i cittadini italiani ed europei è sufficiente la carta d’identità (valida per l’espatrio) senza necessità di alcun visto o permesso speciale.

I PREZZI DEI BIGLIETTI DEL GP BRNO 2017

Losail: la storia, dove si trova, come arrivare al circuito di MotoGP

Scopriamo il circuito di Losail, in Qatar, dove da alcuni anni il Motomondiale e la MotoGP danno gas per la “prima” della stagione.

IL CIRCUITO

Il Losail International Circuit si trova nei pressi di Doha, capitale del Qatar. La costruzione, costata 58 milioni di dollari, ha impiegato un anno per essere terminata, grazie all’impiego di circa 1000 lavoratori. La prima corsa disputata è stata il Marlboro Grand Prix of Qatar, il 2 ottobre 2004.

Il tracciato, con un un’estensione di 5.400 metri, presenta zone circondate da verde sintetico in modo da evitare le invasioni di sabbia, fenomeno frequente nella penisola araba.

La particolarità di Losail è di essere stato teatro del primo GP disputato in notturna, esattamente nel 2008. Inserita nel calendario nel 2004 , dal 2007 è diventata la gara inaugurale della stagione motociclistica.

L’impianto d’illuminazione venne realizzato dalla società statunitense Musco Lighting: in 175 giorni di lavoro il tracciato è stato illuminato a giorno in virtù di 44 generatori da 13 megawatt studiati per evitare l’abbagliamento dei piloti. La quantità d’energia utilizzata sarebbe sufficiente per 3000 case.

COME ARRIVARE A LOSAIL

Considerando ovviamente il volo aereo come unica opzione, i principali aeroporti italiani hanno regolare collegamento con il Qatar. Doha, la capitale e la città più grande del Qatar, emirato mediorientale, che si affaccia sul Golfo Persico, è dotata di una delle aerostazioni più moderne al mondo, distante circa 32 km dal circuito. Il costo di una corsa di taxi per il tragitto ammonta a circa €30-€40.

DOCUMENTI PER ENTRARE IN QATAR – VISTI

Per entrare nel paese, i cittadini delle seguenti nazioni possono ottenere il visto (circa 21 euro) per un soggiorno di due settimane direttamente all’arrivo:
Italia, USA , Gran Bretagna, Francia, Germania, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Olanda, Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Austria, Svezia, Norvegia, Danimarca, Portogallo, Irlanda, Grecia, Finlandia, Spagna, Monaco, Vaticano, Islanda, Andorra, San Marino, Liechtenstein, Brunei, Singapore, Malesia, Hong Kong, Corea del Sud.

Il documento può essere acquistato prima dell’arrivo, seguendo le indicazioni riportate nel sito http://portal.www.gov.qa

ALCOOL: AMMESSO SI O NO?

Non è possibile introdurre alcolici in Qatar che, se posseduti al momento dell’arrivo, vengono regolarmente confiscati. Tuttavia, nei principali alberghi internazionali vengono servite bevande alcoliche.

METEO

La primavera araba permette di sopportare il primo caldo, con una temperatura il caldo è ancora sostenibile con temperature che vanno dai 16 ai 26°C circa. con punte che superano i 30°. Le minime notturne possono scendere sino a 5°C. E’ quindi consigliabile portare qualche indumento più pesante. Piove molto di rado. Consigliabili creme solari protettive.

MotoGP: il calendario della stagione 2017

E’ stato reso noto il calendario della stagione 2017 della MotoGP. Saranno 18 gli appuntamenti che vedranno i bikers destreggiarsi sui circuiti di quattro continenti. Il via in primavera con la tappa in notturna sul circuito di Losail in Qatar. Ultimo appuntamento in autunno inoltrato con la corsa di Valencia. Spagna che fa la parte del leone con ben tre gare: oltre al GP della Comunità Valenciana, confermate le tappe di Catalogna ed Aragona.

L’Italia vedrà sfrecciare i top bikers in due eventi: al Mugello ed a Misano, sul circuito dedicato a Marco Simoncelli.

RoundDataGrand PrixCircuito
126 marzoQatarLosail International Circuit, Lusail
209 aprileArgentinaAutódromo Termas de Río Hondo, Santiago del Estero
323 aprileUSACircuit of the Americas, Austin
407 maggioSpagnaCircuito de Jerez, Jerez de la Frontera
521 maggioFranciaCircuit Bugatti, Le Mans
604 giugnoItaliaMugello Circuit, Scarperia
711 giugnoCatalognaCircuit de Barcelona-Catalunya, Montmeló
825 giugnoOlandaTT Circuit Assen, Assen
902 luglioGermaniaSachsenring, Hohenstein-Ernstthal
1006 agostoRepubblica CecaAutomotodrom Brno, Brno
1113 agostoAustriaRed Bull Ring, Spielberg
1227 agostoGran BretagnaSilverstone Circuit, Silverstone
1310 settembreSan MarinoMisano World Circuit Marco Simoncelli, Misano Adriatico
1424 settembreAragonaMotorland Aragón, Alcañiz
1515 ottobreGiapponeTwin Ring Motegi, Motegi
1622 ottobreAustraliaPhillip Island Grand Prix Circuit, Phillip Island
1729 ottobreMalaysiaSepang International Circuit, Selangor
1812 novembreComunità ValencianaCircuit Ricardo Tormo, Valencia