Ravanelli ed i cinque goals in una partita

Ravanelli ed i cinque goals in una partita

Era il 27 settembre 1994, quando Fabrizio Ravanelli decise di entrare nella storia delle coppe europee e del club. La Juventus, impegnata in casa nel match di ritorno contro i bulgari del CSKA Sofia vinse con un rotondo 5-1, ribaltando la sconfitta per 3-2 subito in campo estero e qualificandosi al secondo turno della competizione che poi perderà in finale contro il Parma.

Ma torniamo alla sfida del Delle Alpi, in cui Penna Bianca seppe iscrivere il proprio nome nella lista dei records di tutti i tempi. Furono ben cinque le reti segnate dall’attaccante bianconero, record del club nelle coppe europee.

Ravanelli, nato a Perugia nel 1968, ebbe una carriera da perfetto girovago nei primi anni, vestendo le maglie di diverse squadre della cadetteria prima di approdare ad un top club come la Juventus nel 1992. Se nelle prime due  annate ebbe un profilo modesto, appena 14 realizzazione in 52 matches disputati, fu a partire dalla 1994-95, con l’avvento di Marcello Lippi sulla panchina bianconera che Ravanelli divenne implacabile sotto porta.

Ed appunto la notte di fine settembre fece risaltare sulle pagine dei giornali di mezza Europa il volto di questo, allora 27enne, che divenne da quel momento punto fermo del tridente offensivo bianconero assieme a Vialli e Del Piero. Ravanelli divenne un terremoto, mettendo a segno in sequenza le 5 reti (9′, 65′, 69′, 81′, 83′) che schiantarono la resistenza dei ragazzi di Sofia, che seppero consolarsi soltanto al 90° con la rete della bandiera.

Ravanelli segnerà poi altre quattro reti nel proseguo della competizione, contribuendo a portare i bianconeri al doppio confronto con il Parma, a cui però dovettero cedere (1-0 in terra emiliana e 2-2 il ritorno a San Siro). Il suo pokerissimo rimane tuttora il record del club piemontese in Europa e secondo soltanto alle sei reti siglate da Omar Sivori nell’ultimo turno di campionato del 1960-61, quando la Juve, superando l’Inter per 10-1, si aggiudicò lo scudetto.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Reddit0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.