Basket: quali sono gli stipendi minimi NBA

Basket: quali sono gli stipendi minimi NBA

Giocare a basket fra i professionisti americani permette sicuramente un ingaggio. Ma non per tutti i soldi son contati con le macchinette. Quale lo stipendio minimo NBA? Scopriamolo.

Appena Stephen Curry ha firmato il suo nuovo accordo quinquennale con Golden State per modici $200 milioni (!!!!), tanti avranno pensato che i calciatori alla fine sono dei poveretti, poichè gli ingaggi annuali di campioni che rispondono al nome di Messi o Cristiano Ronaldo arrivano a metà circa (stipendi percepiti dal club s’intende). Parlare di stipendi minimi per gli sportivi allora potrebbe apparire una bestemmia, data la recessione in atto nel nostro paese e nel mondo da circa un decennio.

lebron-james

Beh, ma quanto guadagna un giocatore medio del mondo dorato del basket NBA?

Una cifra media è sempre difficile da stimare, poichè che gli accordi contrattuali sono spesso pluriennali e, nella maggior parte dei casi, a crescere mano a mano che ci si avvicina alla conclusione dell’accordo. Allora più facile conoscere l’ingaggio minimo che ciascun atleta deve percepire, secondo gli accordi stipulati fra il sindacato  dei giocatori e la lega americana.

La scelta di “firmare” un free-agent al minimo salariale o poco sopra dipende dal salary-cap che ciascuna franchigia prevede di rispettare. Pertanto, con un pò di margine si può affidare il “tesoretto” nelle mani di qualcuno che potrebbe cambiarti la stagione oppure diluirlo fra due o più atleti per far fronte alla lunga stagione cestistica. Unico vincolo, il salario minimo può essere applicato solo a contratti di durata massima di due anni.

I cosiddetti free agents che non son passati dal draft e gli ultimi scelti al secondo turno di scelte sono spesso accolti in squadra con il salario minimo, ma anche ad uomini dal passato glorioso, in certi momenti della carriera, può non dispiacere mettere la propria firma in calce ad un tal tipo di contratto.

Nella tabella sottostante è possibile farsi un’idea del salario minimo, basato appunto sugli anni d’esperienza. Se un giocatore, pur non essendo mai sceso in campo, è comunque stato inserito nella roster della stagione regolare, acquisisce comunque un anno d’esperienza.

Nella tabella gli importi degli stipendi minimi NBA

Anni in NBAStipendio
0$815,615
1$1,312,611
2$1,471,382
3 $1,524,305
4$1,577,230
5$1,709,538
6$1,841,849
7$1,974,159
8$2,106,470
9$2,116,955
10+$2,328,652

Siccome però la NBA non vuole che il salario minimo diventi una sorte di esclusione per i veterani, favorendo in maniera distorta le matricole ed i giocatori più economici, la Lega rimborsa i clubs che si accordano con giocatori che vantino tre o più anni di esperienza nel mondo americano.

Sostanzialmente, in caso si metta sotto contratto un giocatore di tale esperienza, la cifra sborsata dalla franchigia sarà sempre pari a $1.471.382, ovvero l’importo che corrisponde al giocatore che vanti due anni nel Curriculum Vitae.

La differenza viene pagata e versata nelle tasche del giocatore dalla NBA stessa. Si badi bene, tale regola vale soltanto per gli accordi annuali e non per quelli pluriennali.

Qualora invece il contratto venga siglato a stagione in corso, si applica un classico pro-rata in modo da rendere il tutto egualitario.

 

Share on Facebook5Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Reddit0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.