Il trofeo consegnato ai vincitori dell’Europeo di calcio: la storia

Il trofeo consegnato ai vincitori dell’Europeo di calcio: la storia

Il trofeo assegnato ogni quattro anni alla nazionale vincitrice degli Europei porta il nome di Henri Delaunay, il primo ad aver pensato ad una competizione continentale per nazioni.

Nel 1957, tre anni prima della disputa della prima edizione, fu quasi naturale dedicare la coppa a colui che diede lustro allo sport ed al calcio in generale, motivo per cui gli venne dedicato. Questo primo trofeo fu realizzato dall’orafo Chobillon, su progetto di Arthus Bertrand: aveva un’altezza di 42,5 cm per un peso di 10 kg.

La seconda versione del trofeo

In occasione dell’Europeo 2008, fu presentata una nuova versione. Venne rimosso il piedistallo su cui era inciso il nome della Nazionale vincitrice, ora inserito sul retro: realizzata dalla Asprey London, la nuova coppa pesa 2 chili in più rispetto alla precedente, con un’altezza maggiore di 18 centimetri rispetto al precedente poiché l’UEFA riteneva troppo piccola la versione originale.

Attualmente la Spagna è l’unica nazionale ad essere riuscita a conquistare le due versioni del trofeo.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Reddit0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.