Benidorm 1992: la sorpresa del Bugno-bis nel Mondiale di ciclismo

Benidorm 1992: la sorpresa del Bugno-bis nel Mondiale di ciclismo

Il Mondiale di ciclismo è davvero la corsa di un giorno: lo pensarono i tanti appassionati di ciclismo in quel pomeriggio di fine estate, Gianni Bugno lo poté gridare a tutto il mondo. Sul rettilineo in salita di Benidorm, località alle porte di Barcellona, il monzese seppe fare alla perfezione quell’ultimo chilometro, dopo che Giancarlo Perini fu fido scudiero.

Da campione del mondo in carica, Gianni Bugno non riuscì praticamente a lasciare il segno nella stagione 1992, eccetto una tappa al Giro di Svizzera.

Ebbene, il 6 settembre la classe di Bugno seppe illuminare una corsa che la nazionale del ct Martini corse in maniera perfetta e, partito davanti al momento della volata, si dimostrò imbattibile, lasciando alle spalle il francese Jalabert che ancora una volta dovette riporre in un cassetto i suoi sogni di maglia iridata.

Ordine d’arrivo (Top 10)

1 Gianni Bugno Italia 6h34’28”
2 Laurent Jalabert Francia s.t.
3 Dmitrij Konyšev Francia s.t.
4 Tony Rominger Svizzera s.t.
5 Steven Rooks Paesi Bassi s.t.
6 Miguel Indurain Spagna s.t.
7 Pëtr Ugrjumov Lettonia s.t.
8 Luc Leblanc Francia s.t.
9 Luc Roosen Belgio s.t.
10 Jean-François Bernard Francia s.t.

Share on Facebook3Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Reddit0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.