Allenatori: la classifica degli ingaggi 2016

Allenatori: la classifica degli ingaggi 2016

Ultimamente rendere pubblici gli stipendi dei politici e dei Top managers è diventata questione di bon ton: non tanto per spiare in casa d’altri, quanto per sapere realmente quanto vale il lavoro di una persona al potere.

E quando la curiosità riguarda gli amati (o odiati) allenatori che siedono sulle panchine delle squadre più prestigiose del mondo? La rivista francese francefootball ha reso noto la Top 20 dell’anno solare 2016. Primo in classifica è lo spagnolo Pep Guardiola, che appare ben due volte in graduatoria, forte dell’attuale ingaggio con i bavaresi del Bayern ma soprattutto dopo aver firmato il contratto monstre con il Manchester City: 20 milioni annui, per tre anni, per guidare la corazzata inglese che vuole farsi largo fra le big d’Europa.

Terzo è il francese Wenger, forse giunto al termine del rapporto con l’Arsenal, che non può certamente lamentarsi dei dieci milioni e mezzo annui che riceve, oltre alle critiche che sempre più il popolo dei Gunners gli riserva.

NALLENATORESQUADRAINGAGGIONOTE
1Pep Guardiola (New)Manchester City20,003 anni di contratto a partire dalla stagione 2016-17
2Pep GuardiolaBayern Monaco18,80 
3Arsene WengerArsenal10,50contratto triennale siglato nel maggio 2014
4Zinedine ZidaneReal Madrid10,202 anni e mezzo di contratto
5Louis Van GaalManchester United9,30 
6Jurgen KloppLiverpool8,90 
7Jose EnriqueBarcellona8,90 
8Rafael BenitezNewcastle United5,70bonus di 2,5 Milioni in caso di salvezza
9Roberto ManciniInter5,40 
10Manuel PellegriniManchester City5,30 
11Antonio ConteItalia5,00 
12Massimiliano AllegriJuventus4,40 
13Laurent BlancPSG4,40 
14Jorge JesusBenfica4,25 
15Roberto MartinezEverton3,80 
16Slaven BilicWest Ham United3,76 
17Roy HodgsonInghilterra3,76 
18Joachim LowGermania3,56 
19DungaBrasile3,18 
20Ronald KoemanSouthampton2,93 
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Reddit0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.