Allan Simonsen: dal Barcellona a Ballando sotto le Stelle

Allan Simonsen: dal Barcellona a Ballando sotto le Stelle

Diventare famoso sul campo da calcio come avvenne per Allan Simonsen, danese dal talento immenso, al non vedere mai le luci dei riflettori spente ache una volta uscita dal terreno di gioco. Questo è è stato il resoconto della vita del danese di belle speranze che fatto appassionare tifosi e donne per il suo talento. Ecco perchè.

Attaccante degli anni 70-80, è stato uno dei migliori giocatori di calcio della Danimarca e che esplose ai massimi livelli con la camiseta del Barcellona.

Allan Simonsen si ritirò dal calcio nel 1989, militando in patria con la maglia del Vejle. Da quel momentoo ssi avviò alla carriera di tecnico, dapprima proprio con la squadra con cui si ritirò. Poi adirittura passò a dirigere una nazionale, sebbene non di grido, come quella delle Isole Far Oer., poi Lussemburgo e da li in patria, con una compagine non di primissimo livello che risponde al nome di Federicia. Attualmente, pur rimanendo nel calcio nel ruolo di commentatore tv, è diventato una stella dello spettacolo in Danimarca, partecipando alla versione danese di Ballando Sotto le Stelle.  Pur non essendo un ballerino eccellente, è rimasto all’interno del programma come ospite fisso.

E dall’alto dei suoi 165 centimetri, è in competizione nel programma con Mads Laudrup, figlio del noto Michael, visto in Italia con la maglia della Juventus e Lazio.

Nel suo palmares vanta la vittoria del Pallone d’Oro 1977, ancora oggi unico calciatore scandinavo ad essere riuscito nell’impresa.

E’ anche l’unico giocatore nella storia del calcio ad aver segnato nelle finali di tutte e tre le principali competizioni per clubs: Coppa dei Campioni, Coppa delle Coppe e Coppa Uefa.

Lasciò il Barcellona nel 1982, l’estate in cui in Catalogna sbarcò un campione che rispondeva al nome di Diego Armando Maradona. Avendo ricevuto direttamente dal corpo tecnico che avrebbe visto ben poco il campo, preferì cambiare aria, passando in Inghilterra tra le fila del Charlton.

A Barcellona era noto con il nickname di ‘Simonet’.

Giocò con la sua Danimarca l’Europeo 1984 ed il Mondiale di Messico 86.

Vanta, suo malgrado, una tragica combinazione: ha infatti lo stesso nome, cognome e nazionalità di un pilota morto in occasione della 24 Ore di Le Mans.

 

Biografia, palmares, statistiche: Allan Rodenkamp Simonsen nacque a Vejle, Danimarca, il 15 dicembre 1952. Debuttò come professionista nel 1971 con la squadra locale della sua città natale. Dopo un anno a dir poco fantastico, venne acquistato dai tedeschi del Borussia Mönchengladbach, dove rimase per sette stagioni. Il passaggio in Spagna al Barcellona e poi, dopo tre annate, sbarcò in Inghilterra con il Charlton Athletic. Solo un anno Oltremanica per fare ritorno in patria da dove era partito, dal Vejle. In bacheca vanta 3 campionati ed una Coppa di Danimarca, 3 Bundesliga ed una Coppa di Germania, una Coppa del Re, due Coppa Uefa ed una Coppa delle Coppe. Ha vestito la maglia della Danimarca in 55 partite, mettendo a segno 20 reti.

Ed ecco uno dei migliori momenti di Allan Simonsen in veste di …ballerino!!!

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on Reddit0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.