Rio 2016: programma ed orari della scherma

Da sempre fucina di medaglie per l’Italia, la scherma si presenta a Rio 2016 con il programma completo, maschile e femminile, per quanto riguarda l’individuale mentre nelle gare a squadre vige il sistema dell’alternanza, motivo per cui il Dream Team Italiano del fioretto femminile, in questa edizione, purtroppo non potrà far gioire i nostri colori. Lo rivedremo a Tokyo 2020.

SCHERMA: PROGRAMMA ED ORARI DELLE GARE DI RIO 2016

SABATO 6 AGOSTO
14.00 Spada individuale femminile: 32esimi, 16esimi, ottavi e quarti di finale
21.00 Spada individuale femminile: semifinali e finali

DOMENICA 7 AGOSTO
14.00 Fioretto individuale maschile: 32esimi, 16esimi, ottavi e quarti di finale
21.00 Fioretto individuale maschile: semifinali e finale

LUNEDÌ 8 AGOSTO
14.00 Sciabola individuale femminile: 32esimi, 16esimi, ottavi e quarti di finale
21.00 Sciabola individuale femminile: semifinali e finali

MARTEDÌ 9 AGOSTO
14.00 Spada individuale maschile: 32esimi, 16esimi, ottavi e quarti di finale
21.00 Spada individuale maschile: semifinali e finali

MERCOLEDÌ 10 AGOSTO
13.30 Fioretto individuale femminile: 32esimi, 16esimi, ottavi e quarti di finale
13.30 Sciabola individuale maschile: 32esimi, 16esimi, ottavi e quarti di finale
22.30 Fioretto individuale femminile: semifinali e finali
22.30 Sciabola individuale maschile: semifinali e finali

GIOVEDÌ 11 AGOSTO
14.00 Spada a squadre femminile: ottavi di finale, quarti di finale e semifinali
22.00 Spada a squadre femminile: finali

VENERDÌ 12 AGOSTO
14.00 Fioretto a squadre maschile: ottavi di finale, quarti di finale, semifinali
22.00 Fioretto a squadre maschile: finali

SABATO 13 AGOSTO
14.00 Sciabola a squadre femminile: ottavi di finale, quarti di finale e semifinale
22.00 Sciabola a squadre femminile: finali

DOMENICA 14 AGOSTO
14.00 Spada a squadre maschile: ottavi di finale, quarti di finale e semifinali
22.00 Spada a squadre maschile: finali

NB: ora italiana

Kenteris, lo sprinter che seppe mentire per evitare esame antidoping

Konstantinos ‘Kostas’ Kenteris voleva entrare nella storia delle Olimpiadi nella sua Atene ed invece rischiò di compromettere l’immagine del paese ellenico che tanto faticò (vedi “furto” di Atlanta 1996) per organizzare i giochi moderni.

Velocista, specialista dei 200 metri, nacque a Mitilene nel 1973 ma ben presto lasciò l’isola di Lesbo per impegnarsi nell’atletica leggera, trasferendosi a Salonicco.

Solo sul finire degli Anni Novanta però balzò alle cronache sportive: nel 2000 alle Olimpiadi di Sidney, senza essere accreditato di un gran tempo (solo 20.25 il suo personale) stupì il mondo aggiudicandosi l’oro nella finale, primo “bianco” dopo 20 anni ad aver vinto il mezzo giro di pista.

Realizzò poi il Triplete, vincendo in sequenza i Mondiali ad Edmonton e l’Europeo a Monaco di Baviera. Ma il grande traguardo era all’orizzonte. Vincere ad Atene gli sarebbe valsa la gloria eterna oltreché siglare una doppietta riuscita solo successivamente ad Usain Bolt.

Konstantin era anche in predicato di svolgere l’ultimo tratto con la fiaccola per accendere il tripode olimpico, ma il giorno precedente l’inaugurazione fu vittima, assieme alla fidanzata, anch’essa atleta, Ekatherini Thanou, di un incidente motociclistico.

Per meglio dire, questa fu la sua versione iniziale: infatti la coppia si era appena sottratta ad un controllo antidoping in maniera volontaria e la miglior scusa che trovarono fu quella di colpevolizzare il traffico caotico, ed i suoi guidatori, della capitale greca.

kenteris-thanouTuttavia, poiché si trattava del terzo mancato controllo nel periodo Pre-Giochi, i due vennero squalificati e preferirono ritirarsi in buon’ordine per non gettare una nube sul paese intero. Ne seguì la sospensione comminata ad entrambi da parte della IAAF nel dicembre dello stesso anno, nel giugno del 2005 furono invece scagionati da ogni accusa dalla federazione greca.

Entrambi erano allenati all’epoca da Christos Tzekos che “vantava” precedenti in materia di traffico di sostanze doopanti.

Sebbene la squalifica terminò dopo un biennio, non fecero più ritorno alle gare. Dopo aver risieduto in Francia per qualche anno, oggi Kenteris gestisce un hotel di lusso a Papigo, nella regione dell’Epiro, nel nordest del paese.kenteris-papigo

Rio 2016: il programma delle gare di nuoto

Il nuoto, come da scelta canonica, occupa la prima settimana dei Giochi Olimpici. L’Olympic Aquatics Stadium ospiterà dal 6 al 16 agosto le gare di nuoto in vasca mentre il 15 ed il 16 agosto la scena sarà tutta per il nuoto di fondo con le gare (maschile e femminile), sulla distanza di 10km e che si svolgeranno a Fort Copacabana.

OLIMPIADI DI RIO 2016 – PROGRAMMA DEL NUOTO (ora italiana)

SABATO 6 AGOSTO
18:02 NUOTO maschile – 400 metri misti, batterie
18:28 NUOTO femminile – 100 metri farfalla, batterie
18:48 NUOTO maschile – 400 metri stile libero, batterie
19:14 NUOTO femminile – 400 metri misti, batteri
19:40 NUOTO maschile – 100 metri rana, batterie
20:03 NUOTO femminile – 4X100 metri stile libero, batterie
3:03 NUOTO maschile – 400 metri misti, finale
3:14 NUOTO femminile – 100 metri farfalla, semifinali
3:30 NUOTO maschile – 400 metri stile libero, finale
3:49 NUOTO femminile – 400 metri misti, finale
4:08 NUOTO maschile – 100 metri rana, semifinali
4:24 NUOTO femminile – 4×100 metri stile libero, finale

DOMENICA 7 AGOSTO
18:02 NUOTO femminile – 100 metri dorso, batterie
18:22 NUOTO maschile – 200 metri stile libero, batterie
18:59 NUOTO femminile – 100 metri rana, batterie
19:19 NUOTO maschile – 100 metri dorso, batterie
19:39 NUOTO femminile – 400 metri stile libero, batterie
20:11 NUOTO maschile – 4X100 metri stile libero, batterie
3:03 NUOTO femminile – 100 metri farfalla, finale
3:11 NUOTO maschile – 200 metri stile libero, semifinali
3:29 NUOTO femminile – 100 metri rana, semifinali
3:53 NUOTO maschile – 100 metri rana, finale
4:01 NUOTO femminile – 400 metri stile libero, finale
4:12 NUOTO maschile – 100 metri dorso, semifinali
4:36 NUOTO femminile – 100 metri dorso, semifinali
4.54 NUOTO maschile – 4X100 metri stile libero, finale

LUNEDÌ 8 AGOSTO
18:02 NUOTO femminile – 200 metri stile libero, batterie
18:29 NUOTO maschile – 200 metri farfalla, batterie
18:56 NUOTO femminile – 200 metri misti, batterie
3:03 NUOTO femminile – 200 metri stile libero, semifinali
3:21 NUOTO maschile – 200 metri stile libero, finale
3:30 NUOTO femminile – 100 metri dorso, finale
3:38 NUOTO maschile – 100 metri dorso, finale
3:54 NUOTO femminile – 100 metri rana, finale
4:10 NUOTO maschile – 200 metri farfalla, semifinali
4:36 NUOTO femminile – 200 metri misti, semifinali

MARTEDÌ 9 AGOSTO
18:02 NUOTO maschile – 100 metri stile libero, batterie
18:28 NUOTO femminile – 200 metri farfalla, batterie
18:50 NUOTO maschile – 200 metri rana, batterie
19:17 NUOTO maschile – 4×200 stile libero, batterie
3:03 NUOTO maschile – 100 metri stile libero, semifinali
3:19 NUOTO femminile – 200 metri stile libero, finale
3:28 NUOTO maschile – 200 metri farfalla, finale
3:37 NUOTO femminile – 200 metri farfalla, semifinali
4:03 NUOTO maschile – 200 metri rana, semifinali
4:29 NUOTO femminile – 200 metri misti, finale
4:38 NUOTO maschile – 4×200 stile libero, finale

MERCOLEDÌ 10 AGOSTO
18:02 NUOTO femminile – 100 metri stile libero, batterie
18:25 NUOTO maschile – 200 metri dorso, batterie
18:52 NUOTO femminile – 200 metri rana, batterie
19:14 NUOTO maschile – 200 metri misti, batterie
19:36 NUOTO femminile – 4×200 metri stile libero, batterie
3:03 NUOTO maschile – 200 metri rana, finale
3:12 NUOTO femminile – 100 metri stile libero, semifinali
3:28 NUOTO maschile – 200 metri dorso, semifinali
3:54 NUOTO femminile – 200 metri farfalla, finale
4:03 NUOTO maschile – 100 metri stile libero, finale
4:11 NUOTO femminile – 200 metri rana, semifinali
4:29 NUOTO maschile – 200 metri misti, semifinalI
4:55 NUOTO femminile – 4×200 stile libero, finale

GIOVEDÌ 11 AGOSTO
18:02 NUOTO maschile – 50 metri stile libero, batterie
18:20 NUOTO femminile – 800 metri stile libero, batterie
19:22 NUOTO maschile – 100 metri farfalla, batterie
19:42 NUOTO femminile – 200 metri dorso, batterie
3:03 NUOTO maschile – 50 metri stile libero, semifinali
3:17 NUOTO femminile – 200 metri rana, finale
3:26 NUOTO maschile – 200 metri dorso, finale
3:35 NUOTO femminile – 200 metri dorso, semifinali
4:01 NUOTO maschile – 200 metri misti, finale
4:18 NUOTO femminile – 100 metri stile libero, finale
4:34 NUOTO maschile – 100 metri farfalla, semifinali

VENERDÌ 12 AGOSTO
18:02 NUOTO femminile – 50 metri stile libero, batterie
18:40 NUOTO maschile – 1500 metri stile libero, batterie
19:54 NUOTO femminile – 4X100 metri misti, batterie
20:12 NUOTO maschile – 4X100 metri misti, batterie
3:03 NUOTO femminile – 200 metri dorso, finale
3:12 NUOTO maschile – 100 metri farfalla, finale
3:20 NUOTO femminile – 800 metri stile libero, finale
3:44 NUOTO maschile – 50 metri stile libero, finale
4:00 NUOTO femminile – 50 metri stile libero, semifinali

SABATO 13 AGOSTO
3:03 NUOTO femminile – 50 metri stile libero, finale
3:11 NUOTO maschile – 1500 metri stile libero, finale
3:34 NUOTO femminile – 4X100 metri misti, finale
4:04 NUOTO maschile – 4X100 metri misti, finale

LUNEDÌ 15 AGOSTO
14:00 NUOTO femminile – 10km, finale

MARTEDÌ 16 AGOSTO
14:00 NUOTO maschile – 10km, finale

Rio 2016: calendario ed orari della pallanuoto maschile e femminile

Il torneo olimpico della pallanuoto vedrà l’Italia partecipare sia a quello maschile che femminile. Entrambe le competizioni prevedono una prima fase, con formula all’italiana (sola andata).   Le prime 4 di ogni girone accedono ai quarti di finale nel tabellone a eliminazione diretta (prime contro quarte, seconde contro terze) mentre nella prima fase femminile non ci sarà eliminazione dai gironi.

TORNEO MASCHILE DI PALLANUOTO RIO 2016

Gruppo A Serbia, Grecia, Brasile, Australia, Giappone, Ungheria

Gruppo B Stati Uniti, Montenegro, Francia, Italia, Spagna, Croazia

SABATO 06 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
14:00Serbia-UngheriaMaria Lenk Aquatics Centre
15:20Stati Uniti-CroaziaMaria Lenk Aquatics Centre
16:40Spagna-ItaliaMaria Lenk Aquatics Centre
18:00Grecia-GiapponeMaria Lenk Aquatics Centre
00:30Francia-MontenegroMaria Lenk Aquatics Centre
01:50Brasile-AustraliaMaria Lenk Aquatics Centre
LUNEDÌ 08 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
14:00Serbia-GreciaMaria Lenk Aquatics Centre
15:20Italia-FranciaMaria Lenk Aquatics Centre
16:40Stati Uniti-SpagnaMaria Lenk Aquatics Centre
18:00Ungheria-AustraliaMaria Lenk Aquatics Centre
00:30Giappone-BrasileMaria Lenk Aquatics Centre
01:50Croazia-MontenegroMaria Lenk Aquatics Centre
MERCOLEDÌ 10 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
14:00Australia-GiapponeMaria Lenk Aquatics Centre
15:20Grecia-UngheriaMaria Lenk Aquatics Centre
16:40Francia-Stati UnitiMaria Lenk Aquatics Centre
18:00Montenegro-ItaliaMaria Lenk Aquatics Centre
00:30Brasile-SerbiaMaria Lenk Aquatics Centre
01:50Spagna-CroaziaMaria Lenk Aquatics Centre
VENERDÌ 12 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
14:00Ungheria-GiapponeMaria Lenk Aquatics Centre
15:20Croazia-ItaliaMaria Lenk Aquatics Centre
16:40Stati Uniti-MontenegroMaria Lenk Aquatics Centre
00:30Grecia-BrasileMaria Lenk Aquatics Centre
01:50Spagna-FranciaMaria Lenk Aquatics Centre
03:10Serbia-AustraliaMaria Lenk Aquatics Centre
DOMENICA 14 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
17:50Montenegro-SpagnaOlympic Aquatics Stadium
19:10Australia-GreciaOlympic Aquatics Stadium
20:30Stati Uniti-ItaliaOlympic Aquatics Stadium
21:50Francia-CroaziaOlympic Aquatics Stadium
00:30Serbia-GiapponeOlympic Aquatics Stadium
01:50Brasile-UngheriaOlympic Aquatics Stadium
MARTEDÌ 16 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
16:00Quarto di finale 1Olympic Aquatics Stadium
17:20Quarto di finale 2Olympic Aquatics Stadium
20:10Quarto di finale 3Olympic Aquatics Stadium
21:30Quarto di finale 4Olympic Aquatics Stadium
GIOVEDÌ 18 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
16:00Semifinale 5°- 8° postoOlympic Aquatics Stadium
17:20Semifinale 1Olympic Aquatics Stadium
20:10Semifinale 5°- 8° postoOlympic Aquatics Stadium
21:30Semifinale 2Olympic Aquatics Stadium
SABATO 20 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
16:40Finale 7°- 8° postoOlympic Aquatics Stadium
18:00Finale 3°- 4° postoOlympic Aquatics Stadium
21:30Finale 5° – 6° postoOlympic Aquatics Stadium
22:50Finale 1° – 2° postoOlympic Aquatics Stadium

 

TORNEO FEMMINILE DI PALLANUOTO RIO 2016

Gruppo A Brasile, Italia, Russia, Australia

Gruppo B Stati Uniti, Cina, Spagna, Ungheria

MARTEDÌ 09 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
14:00Cina-UngheriaMaria Lenk Aquatics Centre
15:20Italia-BrasileMaria Lenk Aquatics Centre
16:40Spagna-Stati UnitiMaria Lenk Aquatics Centre
18:00Russia-AustraliaMaria Lenk Aquatics Centre
GIOVEDÌ 11 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
14:00Russia-BrasileMaria Lenk Aquatics Centre
15:20Italia-AustraliaMaria Lenk Aquatics Centre
16:40Cina-Stati UnitiMaria Lenk Aquatics Centre
18:00Spagna-UngheriaMaria Lenk Aquatics Centre
SABATO 13 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
14:00Cina-SpagnaMaria Lenk Aquatics Centre
15:20Russia-ItaliaMaria Lenk Aquatics Centre
16:40Australia-BrasileMaria Lenk Aquatics Centre
18:00Ungheria-Stati UnitiMaria Lenk Aquatics Centre
LUNEDÌ 15 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
19:10Quarto di finale 1Olympic Aquatics Stadium
20:30Quarto di finale 2Olympic Aquatics Stadium
23:20Quarto di finale 3Olympic Aquatics Stadium
00:40Quarto di finale 4Olympic Aquatics Stadium
MERCOLEDÌ 17 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
16:00Semifinale 5°- 8° postoOlympic Aquatics Stadium
17:20Semifinale 1Olympic Aquatics Stadium
20:10Semifinale 5°- 8° postoOlympic Aquatics Stadium
21:30Semifinale 2Olympic Aquatics Stadium
VENERDÌ 19 AGOSTO
ORA ITAEVENTOIMPIANTO
15:00Finale 7°- 8° postoOlympic Aquatics Stadium
16:20Finale 3°- 4° postoOlympic Aquatics Stadium
19:10Finale 5° – 6° postoOlympic Aquatics Stadium
20:30Finale 1° – 2° postoOlympic Aquatics Stadium

I 5 cerchi olimpici: quando nacquero, cosa rappresentano

I cinque cerchi Olimpici, che campeggiano di fronte al quartier generale del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) a Losanna in Svizzera, vennero disegnati originalmente dal Barone Pierre de Coubertin nel 1912 e vennero da subito utilizzati nell’edizione estiva dei Giochi Olimpici che si tennero a Stoccolma.

Due anni più tardi il Barone, in una lettera redatta per il 20° anniversario della nascita del CIO, appose sulla carta il logo dei cerchi, che divennero il simbolo ufficiale della manifestazione. Disegnò e colorò personalmente gli anelli che si univano, motivando la scelta dei sei colori, i cinque degli anelli ed il bianco dello sfondo: “I cinque anni anelli rappresentano le cinque parti del mondo che si sono convertite allo spirito Olimpico e pronte ad accettare le rivalità. Comunque, i sei colori così combinati riproducono tutte le nazioni senza eccezioni”.

Infatti il creatore delle Olimpiadi Moderne pesò alle nazioni che presero parte all’edizione svedese. Nella motivazione infatti aggiunse che i sei colori (incluso dunque il bianco dello sfondo) combinati in quel modo riproducono i colori di ciascun paese. Il blu ed il giallo della Svezia, il blu ed il bianco della Grecia, i tre colori di Francia, Inghilterra, America, Germania, Belgio, Italia ed Ungheria, ed il giallo ed il rosso della Spagna, sono posizionati con le novità di Brasile o di Australia, con il già noto Giappone e la nuova Cina. Questo è veramente un simbolo internazionale”.

Tuttavia nel 1916, l’edizione non si tenne per via dello scoppio della Prima Guerra Mondiale e così il debutto della bandiera olimpica potrà avvenire soltanto nel 1920 ad Anversa

Vinicius e Tom, le mascotte delle Olimpiadi di Rio 2016

Si chiamano Vinicius e Tom le rispettive mascotte dell’Olimpiade e dei Giochi paralimpici di Rio 2016. I nomi, comunicati nel dicembre 2014 al termine di un referendum promosso sul web, hanno vinto la concorrenza di Oba & Eba e Tiba Tuque & Esquindim. Più precisamente, su un totale di 323.327 voti registrati, i vincitori hanno raggiunto il 44% delle preferenze.

La scelta alla fine ha voluto rendere omaggio a Vinicius de Moraes e Tom Jobim, geni della musica brasiliana. Vinicius è un mix di animaie di colore in prevalenza giallo con l’agilità di un felino e la leggerezza di un uccello, in rappresentanza della fauna verde-oro. Tom invece rappresenta il mix di piante che sono presenti nelle foreste del paese sudamericano.

Le mascotte vennero presentate ufficialmente alla stampa il 23 novembre 2014 e realizzate da Birdo, uno studio di animazione e creazione indipendente di San Paolo, che ha vinto l’ambita gara per realizzare la mascotte ufficiale dei Giochi Olimpici a cui hanno partecipato diverse agenzie di comunicazione brasiliane.

mascotte  rio

Sambodromo: la casa del Carnevale vedrà Maratona e tiro con l’arco

Il Sambodromo per 15 giorni cambierà aspetto: luogo di spettacolo durante il Carnevale di Rio quando assiste alle sfilate delle scuole di samba e dei carri allegorici durante l’evento clou dell’anno, in occasione dei Giochi Olimpici vedrà la partenza e l’arrivo della Maratona.

sambodromo carnevale

Ma il palcoscenico non si limiterà ad accogliere la gara più famosa delle Olimpiadi, ma ospiterà le gare di tiro con l’arco, sia nella fase eliminatoria che finale. Cambierà invece la capienza: ad accogliere gli atleti impegnati nell’ultima competizione di Rio 2016 saranno ben 30.000 i “fortunati” mentre l’impianto vedrà smontate alcune tribune per gli arcieri che potranno essere osservati da 7.000 persone.

Il Sambodromo, il cui nome ufficiale è Passarela Professor Darcy Ribeiro, è una struttura architettonica fissa che venne realizzata nel 1984 su progetto dell’architetto Oscar Niemeyer, per ovviare ai problemi derivanti dall’afflusso massiccio di spettatori. Durante il Carnevale, le persone occupavano strutture che venivano montate e smontate per l’evento, fatto che però costituiva un problema in termini di organizzazione. Il viale è lungo 700 metri e la struttura ha subito alcuni rinnovamenti per essere adattabile ad accogliere gli atleti.

sambodromo

Una volta terminati gli eventi sportivi, tornerà ad ospitare la canonica parata di samba oltre che concerti ed eventi teatrali.